BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ibm lascia Assintel:l'IT e informatica pesano troppo in Confindustria.Ok da Roggero di Fujitsu

L'ad di Ibm Italia lascina Assintel. Cause e motivi



Nicola Ciniero, amministratore delegato di IBM Italia, abbandona il tavolo di consigliere di Assinform, la rappresentanza di Confindustria del settore ICT, e ritira l'iscrizione d'IBM dall'associazione perché 'sempre meno influente sulle scelte e politiche di Confindustria a sostegno degli interessi delle imprese IT'. 

Sono anni che Assinform, per bocca del suo presidente Paolo Angelucci, cerca di farsi ma evidentemente per Ciniero la voce di Assinform è ininfluente all'interno di Confindustria. Di fronte a questa debolezza dimostrata da Assinform, Ciniero ha ritirato la propria iscrizione all'associazione, commentando: 'Al di là dell'operato degli attuali vertici dell'Assinform, credo sia necessaria una revisione della sua missione associativa e dello statuto societario, partendo dalla necessità di avere un presidente a tempo pieno'.

Condivide appieno la sua scelta Pierfilippo Roggero. Senior vice president Southern & Western Europe di Fujitsu Technology Solutions e amministratore delegato e presidente di Fujitsu Technology Solutions Italia, appoggia la decisione del suo collega sostenendo che la strategia di Ibm rappresenta “un messaggio chiaro e deciso lanciato alle associazioni del settore ICT e, in particolare all’associazione di categoria aderente a Confindustria, perché sappiano leggere il cambiamento che sta avvenendo e ricoprire un ruolo differente da quello svolto fin ora, rendendosi parte attiva nei confronti dell’opinione pubblica e delle istituzioni, affinché capiscano che il tema dell’innovazione tecnologica è un elemento irrinunciabile che può innescare la scintilla dell’innovazione nel nostro Paese”.

Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il