BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scorie nucleari e comuni: lista dei siti in Italia possibili

ancora segreta la lista dei siti potenziali per le scorie nucleari in Italia. La zone più coinvolte



Non è ancora stata resa disponibile la lista della cinquantina di siti potenzialmente idonei ad accogliere le scorie residui nucleari, presente nella documentazione che la Sogin ha completato nei giorni scorsi per consegnarla al governo.

Le zone più coinvolte sono quelle situate tra Basilicata e Puglia, tra Puglia e Molise, tra Lazio e Toscana. Il Nord Italia a casa della fitta rete di ferrovie, fabbriche e case, ne è coinvolta in modo decisamente più marginale.

La Sogin, società pubblica del nucleare, avrebbe dovuto completare entro il lavoro per consegnarlo al ministro dello Sviluppo economico e il nuovo documento dovrebbe ben delineare i criteri sulla base dei princìpi di esclusione dei criteri internazionali, cioè dove non può essere realizzato lo stoccaggio nucleare con annesso centro ricerche e parco tecnologico.

Escluse da questo contesto le isole di Sicilia e Sardegna, le località di alta montagna, le zone troppo abitate, i terreni con rischio sismico rilevante, i luoghi soggetti a frane o allagamenti e così via.

Nel momento in cui i documenti saranno resi noti, i comuni che vi sono citati avranno l'occasione di candidarsi o meno, avendo anche la possibilità di accedere ad incentivi appetitosi e la prospettiva di accogliere nei propri luoghi centinaia di studiosi, con famiglie, case rivalutate, affitti pregiati, e attività commerciali in rilancio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il