BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manager migliori: qualità, capacità e conoscenze richieste

Le qualità che dovrebbe possedere un manager: formazione, aggiornamento e capacità di lavoro in team



Capacità di lavorare in gruppo e di prendere decisioni rapide e grande capacità di adattabilità e versatilità: sono queste le principali peculiarità che le aziende chiedono alle figure dei manager.

E’ stato l’ultimo osservatorio di Manageritalia, eseguito su oltre 400 direttori del personale, a delineare il profilo del dirigente ideale, che dovrebbe avere visione strategica (41,5%), buone doti di leadership (61,3%) e orientamento al risultato (57,1%).

Secondo i risultati dell’indagine, il bagaglio universitario conta fino a un certo punto (52,4%) l’istruzione non è una condizione vincolante per il successo per il 23,5% degli intervistati e il master ha poca importanza ai fini di un’assunzione (7,1%).

La formazione classica, dunque, non basta più per il 40,8% delle aziende, meglio l’aggiornamento (44,2%), magari attraverso l’e-learning e le aule virtuali (17,5%), che hanno tassi di crescita del 50%.

I canali di perfezionamento più usati sono l’esperienza all’estero (36,3%) e l’affiancamento personale tramite coaching (34,4%), cui si aggiunge il lavoro di gruppo. Altra caratteristica fondamentale è la capacità di dialogo con i competitor per collaborare e costruire un network con altre realtà e aiutare il business. Punto debole del manager? Pare che sia poco innovativo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il