BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Finanziamenti per l'innovazione 2010: bandi aperti in Campania, Sicilia, Puglia e Calabria.

Tre i nuovi bandi del ministero dello Sviluppo economico che mettono a disposizione nuovi finanziamenti destinati alle imprese che operano nel Sud.



I tre bandi sono dedicati ad ambiti specifici di intervento e ammontano ad un totale di 500 milioni di euro. I programmi di investimento devono essere realizzati nell'ambito di un'unità produttiva presente nelle regioni di Campania, Sicilia, Puglia e Calabria.

I progetti che saranno presi in esame dovranno essere inerenti alla realizzazione di nuove unità produttive, all'ampliamento di unità già esistenti, alla diversificazione della produzione in nuovi prodotti e servizi aggiuntivi e al cambiamento fondamentale del processo di produzione.

I bandi coprono tre aree di intervento in particolare: programmi di ricerca e sviluppo sperimentale realizzati con organismi di ricerca o finanziati da norme comunitarie, statali e regionali, chiusi da non oltre 24 mesi); il perseguimento di specifici obiettivi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale, solo per le attività del settore alimentare, attività di fabbricazione di apparecchiature elettriche, attività di produzione di biotecnologie; e quella della produzione di beni strumentali funzionali per lo sviluppo di fonti rinnovabili e risparmio energetico nell'edilizia.

La presentazione della domanda sarà diversa in base al bando e i termini saranno compresi tra il 9 dicembre fino alla prima decade di aprile 2011. Le condizione necessaria per ottenere l’assegnazione del finanziamento è la capacità dell'impresa di offrire garanzie certe ipotecarie o bancarie.

Ricordiamo, infine, che per il primo dei tre bandi sono ammessi gli interventi che riguardano le attività dirette all'industrializzazione dei risultati di progetti qualificati di ricerca e sviluppo e riferiti a uno dei seguenti ambiti:  attività manifatturiere, attività di produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore, e servizi alle imprese.

Per il secondo bando, le agevolazioni toccheranno a opere del settore alimentare, della fabbricazione di apparecchiature elettriche e per uso domestico non elettriche, o dirette alla produzione di biotecnologie.

Per quanto riguarda, infine, lo sviluppo di fonti energetiche, saranno agevolati gli interventi per lo sviluppo dell'imprenditoria collegata alla ricerca e all'applicazione di tecnologie innovative nel settore delle fonti rinnovabili, e gli interventi a sostegno dell'imprenditorialità collegata al risparmio energetico.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il