BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti bancari ottobre 2010: spese più alte. Istituti che hanno cambiato condizioni

Nuovi rialzi per i titolari di conti correnti. Le spese



Inizia una stagione autunnale più pesante per i clienti delle banche italiane. Da quando, infatti, la Banca d'Italia ha obbligato gli istituti a mettere a fianco di ogni conto corrente l'Isc (l'indice sintetico di costo annuo), è partita la corsa ai rincari e così dai prelievi, ai pagamenti con bonifici e utenze, alle bollette, anche le operazioni finora a costo zero, sono state colpite dagli aumenti.

Chi prima, per esempio, non faceva pagare il bonifico, ora chiede fino a 4,5 euro, come il Monte dei Paschi di Siena, chi prima eseguiva il bonifico via Internet gratuitamente, oggi applica una commissione di un euro, come Monte dei Paschi di Siena.

A determinare questa nuova situazione, decisamente spiacevole per i correntisti, è stata l'entrata in vigore della direttiva europea su incassi e pagamenti, che sottrae alle banche l'introito sui giorni di valuta, soprattutto sui bonifici; e l'adeguamento alla maggiore trasparenza voluto dalla Banca d'Italia, con l’entrata in vigore dell’Isc prima di tutto.

Dopo aver analizzato i conti correnti per famiglie di sei istituti, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Bnl, Bpm, Ubi, è emerso come alcuni abbiano ritoccato le spese al rialzo, in particolare proprio il Montepaschi, mentre altri come Intesa Sanpaolo, Bnl e Unicredit siano stati più contenuti.

Dall’analisi delle varie operazioni in filiale e con i contanti, è emerso che un bonifico per cassa allo sportello costa fino a 8,5 euro, come per Intesa Sanpaolo per esempio, mentre il pagamento delle utenze, sempre allo sportello e per cassa, sfiora i 6 euro. Per quanto riguarda i bonifici, in media sono saliti tutti: 6,81 euro quelli per cassa (da 6,73), quasi 2 euro quelli permanenti (1,88 euro contro 1,28 a maggio), 54 centesimi online (erano 37), ma è sceso da 4,03 a 3,86 euro il bonifico allo sportello con addebito in conto.

Per quanto riguarda poi le utenze, Ubi abbandona il sistema gratuito e fa pagare ora anche le domiciliazioni: 14 centesimi in media. Questi i nuovi costi delle altre operazioni: pagare le bollette per cassa costa ora in media 4,15 euro, da 3,81, allo sportello con addebito in conto 2,32 euro da 2,30, e via Internet 76 centesimi dai precedenti 72.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il