Rata mutuo più bassa: come fare

Come avere una rata mutuo più bassa: la scelta degli offset



E’ possibile pagare una rata del mutuo più bassa rispetto a quelle medie oggi fissate sia pertmutui a tassi fissi che variabili? La risposta sembra essere si. Alcuni prodotti, offerti da pochissimi istituti bancari, infatti offrono ai propri clienti la possibilità di decurtare l'importo della rata in base alla liquidità disponibile in un conto agganciato. Si chiamano mutui offset.

Per questi prodotti vengono impiegato due metodi di calcolo: il primo, utilizzato per esempio, da Iwbank, si basa sul ricalcolo mensile della quota interessi sottraendo dal capitale residuo del mutuo la somma sul conto. In pratica, ipotizzando un debito residuo di 100 mila euro e una giacenza sul conto di 1 0mila euro, il tasso (nell'ipotesi pari al 3%) viene conteggiato su 90 mila euro, invece che su 100 mila, determinando un risparmio netto di 300 euro all'anno.

Il secondo metodo, applicato per esempio, da Banco popolare, si basa sulla remunerazione delle giacenze nel conto corrente allo stesso tasso del mutuo. Gli interessi maturati, calcolati su base trimestrale, possono ridurre la durata del mutuo, portando così ad una riduzione del numero delle rate o dell'importo della rata stessa.

Per quanto riguarda le migliori offerte di prodotto per questa tipologia di mutuo, per il tasso fisso, su un mutuo di 150 mila euro a 20 anni con una giacenza in conto di 3mila euro, il migliore sarebbe quello proposto da Iwbank che offre un tasso del 4,74% che si traduce in una rata di 968,52 euro (per un mutuo classico) e di 956,67 (costante fino alla 237esima rata) per un mutuo offset. Per chi vorrebbe un tasso variabile, la migliore proposta è quella di Banco popolare che offre uno spread dell'1,35%.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il