BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2010: scadenza prorogata al 5 ottobre

Prorogato il termine di presentazione di Unico 2010



Il termine ultimo per la presentazione di Unico 2010 è stato prorogato al prossimo 5 ottobre. Il motivo della proroga è dovuto a un guasto tecnico ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, che sta impedendo l'accesso agli utenti. Chi si fosse dimenticato della scadenza ha tempo fino al 30 dicembre per mettersi in regola pagando una minima sanzione.

Devono compilare il quadro RW del modello persone fisiche, enti non commerciali e società semplici fiscalmente residenti in Italia, mentre sono esonerati i dipendenti pubblici, inclusi i lavoratori di organizzazioni internazionali (Onu, Nato, Unione Europea e Ocse) che prestano attività all'estero.

Esclusi dall'obbligo anche coloro che hanno usufruito dello scudo fiscale, avendo effettuato in quell'occasione tutte le comunicazioni relative al monitoraggio fiscale, e coloro che hanno effettuato operazioni di rimpatrio, ad esempio spostando titoli esteri sul proprio conto italiano.

In quest’ultimo caso, infatti, l’intermediario con l’incarico di ricevere in deposito o in amministrazione i beni rimpatriati, indipendentemente dal luogo di effettiva collocazione delle attività, applica le ordinarie ritenute alla fonte o imposte sostitutive ed effettua le comunicazioni all’Amministrazione finanziaria dei redditi soggetti a ritenuta a titolo d’acconto.

Nel modello RW devono essere riportate tutte le attività finanziarie e patrimoniali che, complessivamente, superano l’importo di 10.000 euro al 31 dicembre del 2009: depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero, azioni e obbligazioni estere, assicurazioni estere, stock option, e ancora, immobili oltreconfine, oggetti preziosi che si trovano fuori dal territorio dello Stato, imbarcazioni e opere d’arte. Sono considerate detenute all’estero anche le partecipazioni in società italiane detenute per il tramite di una società estera.

Nel caso in cui coniugi o altri familiari sono cointestatari di un conto corrente estero, ognuno deve dichiarare il valore della relativa quota di possesso. Il modello RW va presentato, insieme al frontespizio di unico, anche da chi ha presentato il 730 o da chi non ha presentato la dichiarazione in quanto esonerato e tutte le relative istruzioni di compilazioni si trovano sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il