BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tariffe luce e gas: bollette più basse da oggi 1 ottobre 2010

Bollette di luce e gas al ribasso. Le novità



Giù da oggi costi di bollette di luce e gas, per la gioia dei consumatori, anche se si abbasseranno di poco, appena lo 0,5% quelle della corrente elettrica e di un invisibile 0,1% quelle del metano. A

 stabilirlo è stata l'Autorità dell'energia, che ogni tre mesi aggiorna le bollette secondo gli andamenti dei costi internazionali del metano e, per quanto riguarda la corrente elettrica, anche sugli andamenti del greggio, del carbone e delle altre materie prime bruciate dalle centrali elettriche.

Il prossimo ritocco è previsto per il primo gennaio 2011. Si tratta di un risparmio minimo, che tuttavia assume dimensioni ben più rilevanti se l'Autorità non avesse utilizzato il nuovo metodo di calcolo della materia primagas, per assicurare ai consumatori finali i benefici emergenti dai prezzi internazionali ridotti del gas e dalle rinegoziazioni dei contratti a lungo termine.

Si tratta di benefici legati ai nuovi scenari di mercato e alla crescente produzione di gas non convenzionale. Per quanto riguarda la luce, invece, il risparmio avrebbe potuto essere maggiore se sulle bollette non pesassero gli oneri derivanti dai sussidi alle rinnovabili, pari a 1,8 miliardi di euro nel 2010. Il ribasso delle tariffe stabilito dall'Autorità dell'energia è, invece, forte (-2,8%) per il gpl distribuito via conduttura, in Sardegna, non metanizzata.

La spesa media annua tendenziale della famiglia tipo (con consumi medi di 2.700 chilowattora l'anno e un contatore da 3 chilowatt) per la corrente sarà di 421 euro, in calo di 2 euro circa su base annua, ricordando che la spesa media per la bolletta elettrica di una famiglia tipo è diminuita negli ultimi anni di 27 euro (-5,9%) nel 2010 rispetto al 2009, di 43 euro (-9,1%) negli ultimi due anni. Per il metano, invece, la spesa media di una famiglia tipo sarà di circa 1.013 euro nel 2010.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il