BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Responsabilità siti web: proprietari e direttori non c'è omesso controllo

Il direttore di un giornale online non risponde di omesso controllo per la pubblicazione di contenuti diffamatori. La nuova sentenza



Il direttore di un giornale online non risponde di omesso controllo in caso di pubblicazioni, sul sito che dirige, dai contenuti diffamatori. A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione. La sentenza è stata motivata spiegando come il reato previsto dall'art.57 cp, che punisce i direttori per non aver vigilato sul contenuto delle pubblicazioni, non può essere applicato al web perchè previsto solo per la carta stampata.

La sentenza crea ora il precedente dopo il caso che ha visto protagonista il direttore della testata ‘Merate online’, condannato a Milano. Il direttore è stato condannato dalla Corte d'appello di Milano per omesso controllo in relazione alla pubblicazione di una lettera ritenuta diffamatoria nei confronti dell'ex ministro della Giustizia Roberto Castelli e di un suo collaboratore.

La sentenza è stata poi annullata dalla Corte di Cassazione proprio perchè ‘il fatto non costituisce reato’. Così come, hanno spiegato i giudici, ‘non sono responsabili dei reati commessi in rete gli access provider, i service provider e gli hosting provider, a meno che non fossero al corrente del contenuto criminoso del messaggio diramato’.

La Corte di Cassazione nella sentenza attuale ha ricordato i precedenti: in giurisprudenza, spiega la quinta sezione penale, si è discusso sulla possibilità di estendere il concetto di stampa anche ad altri mezzi di comunicazione, ma si è anche escluso "che fosse assimilabile al concetto di stampato la videocassetta preregistrata" e, inoltre, ricorda la Cassazione, che la "giurisprudenza ha concordemente negato che al direttore della testata televisiva sia applicabile la normativa dell'articolo 57 c.p. stante la diversità strutturale tra i due differenti mezzi di comunicazione e la vigenza nel diritto penale del principio di tassatività".

Mentre, infatti, per la tv il problema della responsabilità del direttore è stato successivamente risolto da un intervento del legislatore, il web è ancora una materia da studiare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il