BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test ingresso università 2010-2011: numero domande giuste per entrare cambia per singola facoltà

Le diverse valutazioni fra ateneo e ateneo: i risultati dei test di ingresso delle università



Ottanta domande uguali per tutta Italia svolte contemporanemente negli atenei statali, stesso tempo a disposizione per rispondere, stessi criteri di valutazione: i test di ingresso universitari nascondo dietro il velo dell’oggettività una realtà ben diversa, dove i risultati possono a volte dipendere più che dalla valutazione coerente e valida per tutta l’Italia, dall'affollamento e dalle cosiddette quote salvezza.

Per fare un esempio concreto, basta guardare ai risultati delle prove di Medicina e Chirurgia, dove si evidenziano le carenze di un sistema di selezione in cui a passare non sono i più preparati o non soltanto. Degli aspiranti 57.163 iscritti ai test ce l'hanno fatta in 8.179, pari al 14,3%, cioè 1 su 7. Questo il risultato nazionale, ma le realtà locali sono ben diverse.

La prima disparità riscontrata riguarda la distribuzione degli iscritti: i posti a disposizione in ciascun ateneo erano decisi a priori, indipendentemente dagli aspiranti iscritti alla prova di selezione.

Chi ha sostenuto il test d'ingresso a Foggia (904 candidati per 75 posti) aveva solo l'8,2% di possibilità di entrare, mentre chi ha scelto la Seconda Università di Napoli (330 posti a disposizione a fronte di 1500 aspiranti) aveva ben il 22% di probabilità di farcela, una percentuale che saliva rispetto ad altri atenei campani, perchè alla Federico II di Napoli (338 posti per 3.193 candidati) solo il 10,6% ce l’ha fatta e a Salerno l'11,2% (150 su 1.340).

Poche possibilità anche a Chieti (9,7%), mentre accessi superiori alla media si sono registrati all'Insubria di Varese (18,6%), a Genova (18,5%) e a Palermo (17,6%).

Altra variante da considerare per l’accesso alle Facoltà a numero chiuso è la quota salvezza che varia da un'università all'altra: in tre atenei del Centro-Sud sono passati candidati con meno della metà di risposte esatte, come a Campobasso (38,25 punti), Sassari (39,25) e Catanzaro (39,75). Al Nord, alla Statale di Milano il punteggio minimo d'accesso è stato di 48,75, a Pavia e a Udine 48,50, a Padova 48,25.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il