BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Gioco online gratis manageriale per gestire una città: Ibm CityOne

Ibm punta alla sensibilizzazione per una migliore qualità della vita in città con il nuovo gioco CityOne. Come funziona



Si chiama CityOne il nuovo gioco manageriale firmato Ibm che permette, virtualmente, di amministrare una città. Il nuovo gioco si inserisce nel più vasto progetto di sensibilizzazione per rendere una qualità di vita nelle città, e nel mondo in generale, migliore.

CityOne mette alla prova il giocatore-sindaco-assessore nella gestione delle emergenze dell'acqua, dell'energia, del traffico e uscire dagli inconvenienti è lo scopo del gioco. CityOne è, infatti, progettato da Ibm per sensibilizzare alla gestione più intelligente delle grandi città.  e comunità.

Si presenta quasi fosse un business game, cioè un ambiente di simulazione realistico della gestione di una città con oltre un centinaio di scenari possibili che possono far parte della realtà, dalla pianificazione dell'uso di energie alternative, al bisogno di ridurre il traffico in determinate aree cittadine o in certe ore.

L'amministratore avrà, infatti, il compito di bilanciare le risorse finanziarie del Comune con le risposte alle emergenze, cercando di soddisfare i cittadini per mantenerne il voto.

Oltre agli scenari per gli amministratori cittadini, però, Ibm ha intenzione di portare in scena anche problemi più specifici per settori particolari di utenti, per esempio un negoziante che vuole espandere il proprio negozio e renderlo più visibile e frequentato risparmiando in termini energetici e scegliendo dove meglio collocare il nuovo store, o per un funzionario di banca che lavora allo sportello in un certo contesto di quartiere e che deve gestire e bilanciare il rischio della banca con le attività economiche della zona.

Il nuovo gioco nasce dalla volontà di Ibm di dimostrare che, se preso con efficacia e serietà, l’impegno di migliorare la qualità di vita nelle proprie città può portare a grandi risultati. Secondo Ibm le città sono un problema e lo diventeranno sempre più se non si fa qualcosa per cambiare il modo della loro gestione.

Le città consumano circa il 75% dell'energia mondiale e generano l'80% dei gas serra inquinanti del mondo, mentre le perdite di acqua dalle condotte è di almeno il 20% e le forniture di prodotti verso i negozi costituiscono un eccesso di merci del valore di 1,2 migliaia di miliardi di dollari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il