BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni mutui: come funzionano e quando convengono

Quando è bene stipulare una polizza mutui. I casi



Le assicurazioni mutui: cosa sono e quando si dovrebbero stipulare? Le banche spingono verso le polizze assicurative a protezione dei finanziamenti, perchè permettono al sottoscrittore di far fronte alle rate mensili anche in caso di perdita temporanea di lavoro, stipendio e reddito.

Le assicurazioni mutui si possono richiedere direttamente in banca (o possono essere anche stipulate con grandi gruppi finanziari), al momento della sottoscrizione del finanziamento, solitamente prevedono un costo compreso tra il 2% e il 5% del valore del mutuo.

Quindi, per un mutuo100mila euro, il premio è di circa 5.000 euro, da rimborsare in rate mensili che si sommano poi a quelle già previste per la restituzione del prestito o in un’unica soluzione, al momento della stipula. La scelta di un’assicurazione mutuo offre copertura e tutela del mutuatario in caso di perdita dell’impiego, infortunio, malattia, infermità temporanea o perdita involontaria del posto di lavoro, circostanze che impediscono un reddito e, quindi, di effettuare regolarmente il pagamento delle rate.

In caso poi di morte o invalidità permanente del titolare del prestito o del mutuo, il finanziamento in essere viene estinto completamente e l’assicurazione copre tutte le rate mancanti che non dovranno in tal modo gravare su eredi o familiari. La Protezione può essere richiesta per qualunque forma di prestito, concessione di credito, prodotto finanziario o anche a forme di spesa ricorrente.

Copre, dunque, rischi mutui, prestiti, carte di credito, assicurazione auto, bollette telefoniche o anche la spesa al supermercato. Il costo delle assicurazioni mutui varia a seconda di vari fattori: dipende, per esempio, dall’età del sottoscrittore, dal periodo del finanziamento. Per quanto riguarda le previsioni per il futuro, questi prodotti sembrano in continua crescita, anche se ancora sono molti lenti nel loro percorso di affermazione.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il