BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indici economici: Google prices index ( Gpi ) per inflazione in tempo reale.

Nasce il nuovo Google prices index per misurare i prezzi dei beni comprati e venduti in rete



Google ha iniziato a calcolare un suo indice di inflazione, il Google prices index o Gpi, che misura i prezzi dei beni comprati e venduti in rete. Ad annunciarlo è stato il capo economista della società, Hal Varian, che ha spiegato anche la differenza di valore esistente tra questo nuovo indice e il Consumer price index.

Se quest’ultimo, infatti, si calcola raccogliendo di volta in volta i prezzi nei negozi ed è pubblicato solo una volta al mese, il Gpi, invece, è costruito in base ai prezzi di tutti i negozi on line, viene calcolato tutti i giorni ed è disponibile in tempo reale.

E proprio dal Gpi emerge che i prezzi negli Stati Uniti per le merci vendute in rete sono in netto calo fin dallo scorso Natale. Varian ha, però, precisato che il Gpi non può sostituire l'indice ufficiale, perché il tipo di merci vendute in rete non corrisponde completamente alle vendite complessive su base nazionale.

Per esempio, macchine fotografiche e orologi sono molto venduti in rete, ma è difficile che vengano offerti via web pezzi di ricambio per l'auto. Il Gpi non è ancora pienamente a regime, ma quando lo sarà, le aziende e gli operatori interessati a conoscere subito numeri e valori potranno riferirsi a questo nuovo indice proiettandolo sull’economia in generale e farsi un’idea di come vanno le cose senza attendere i lunghi tempi dei dati ufficiali.

Quello del Gpi è solo l’inizio comunque, perché Varian ha anche annunciato di essere a lavoro per utilizzare Google anche per altri tipi di statistiche, che dovrebbero apportare lo stesso il vantaggio di essere disponibili in tempo reale. I prossimi servizi potrebbero essere i sussidi e il tasso di disoccupazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il