BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pagare contributi inps a badanti e colf online su Internet: servizio non funziona da 2 anni

Bloccato dal 2008, il sistema di pagamento online Inps ancora non funziona



Il problema è stato denunciato ben due anni fa, nel 2008, ma non è stata ancora apportata una soluzione. Si tratta dell’impossibilità di avviare la procedura telematica per il pagamento Inps a colf e badanti. Il sistema si sarebbe, infatti, bloccato ma non sarebbe stato ancora riattivato.

Ad aprile del 2008, alcuni utenti avevano segnalato varie difficoltà nell’uso della procedura telematica, l’Inps aveva confermato il problema, motivandolo con ‘disallineamento tra i nostri server e quelli di Poste Italiane’, e si era impegnato a trovare una soluzione in tempi brevi. Ciò che, in realtà, non è stato.

E così, a distanza di oltre 30 mesi però, nulla sembra essere cambiato. Il versamento dei contributi Inps a colf e badanti può essere effettuato secondo varie modalità: si può pagare negli uffici postali, in tabaccheria o tramite la pagina web dell’Inps.

Cliccando nell’area servizi del portale, si accede al ‘Pagamento online contributi lavoratori domestici’, che dovrebbe assicurare ‘un pagamento online immediato’. Bisogna prima registrarsi al sito di Poste italiane e poi compilare l’apposito modulo con i propri dati sul portale Inps.

Ma il sistema si blocca: dopo aver inserito i dati della carta di credito e premuto il pulsante Paga, la procedura va in ‘sessione scaduta’. L’importo viene addebitato sulla carta, ma l’e-mail di conferma di Poste Italiane con la ricevuta per il datore di lavoro e per il lavoratore non arriva e il versamento non risulta effettuato. Nessuna risposta da Inps e Poste Italiane.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il