Pensioni precari e partite iva: stime e previsioni sul valore finale non pubblicate da Inps

L'Inps non pubblicherà le stime pensione dei lavoratori dipendenti o con contratti a progetto



L'Inps non fornirà le stime previsionali sull'ammontare delle pensioni, frutto dei versamenti previdenziali dei lavoratori. Quattro milioni di italiani con contratti atipici e senza assunzione a tempo indeterminato, non sapranno le stime sulle loro pensioni, frutto del versamento dei contributi previdenziali.

L'Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha, infatti, deciso di omettere questo tipo di informazione, per cui non fornirà più tali importi nè tramite il sito web, con il simulatore dell'eventuale pensione, né via cartacea.

Nessuna omissione, invece, per i lavoratori a tempo indeterminato, ai quali l'Inps ha inviato una informativa sulla procedura web da attuare per conoscere quanto versato in termini di contribuzione previdenziale e a quanto ammonterà la propria futura pensione.

Antonio Mastropasqua, presidente dell'Istituto nazionale di previdenza, sul come mai, a differenza degli altri, i parasubordinati, cioè tutti coloro che lavorano con contratto a progetto, co.co.co., ritenuta d'acconto, partita Iva, contratto a prestazione occasionale, non potessero simulare la loro pensione futura sul sito dell'Inps, ha così risposto: “Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati rischieremmo un sommovimento sociale”.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire