BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Enel Green Power collocamento da oggi. Conviene acquistare azioni?

Al via da oggi e fino al 29 ottobre il collocamento di Enel Green Power



Al via da oggi e fino al 29 ottobre il collocamento di Enel Green Power (Egp), la divisione di Enel dedicata al mercato delle energie alternative. Ricordiamo che Enel Green Power è una compagnia leader nel settore delle rinnovabili che ha dalla sua un comparto tecnologico all'avanguardia, che le permette di produrre 21 miliardi di Kw/h ed è presente con 600 impianti operativi in 16 Paesi tra Europa e continente americano.

Il titolo approderà a Piazza Affari e a Madrid il 4 novembre prossimo e la sua forchetta di prezzo sarà compresa tra 1,8 e 2,1 euro ad azione valorizzando la società tra 9 e 10,5 miliardi di euro. Enel conta di raccogliere 3 miliardi di euro tra la Borsa italiana e quella spagnola in quella che si preannuncia come l'Offerta pubblica di vendita (Ipo) più grande in Europa dal 2007.

L'offerta destinata agli investitori retail italiani è di 176.875.000 azioni, pari al 12,5% dell'Offerta Globale di Vendita, ed è rivolto al pubblico indistinto in Italia, agli azionisti Enel e ai dipendenti Enel residenti In Italia. Previsto, inoltre, un premio del 5% (1 azione gratis ogni 20) per coloro che terranno in portafoglio le azioni per almeno 12 mesi.

Il lotto minimo per partecipare al collocamento è di 2.000 azioni (e suoi multipli) per un investimento di circa 4mila euro. L'amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ha indicato che il payout per Egp è stato fissato al 30%, tra i più alti per il settore, che è caratterizzato da crescita.

Il payout non è paragonabile a quello di Enel, pari al 60%, perchè quest'ultima ha un profilo più difensivo. Non cambierà inoltre, secondi i vertici, l'approccio agli incentivi governativi: “Circa il 70% del fatturato di Egp, hanno spiegato, è al di là degli incentivi sulle rinnovabili, che incidono invece solo per il 30%”.  Ma conviene acquistare azioni? Gli esperti sostengono di si, considerando l’investimento in ottica di medio-lungo periodo, visto che si tratta di un business in crescita e di un settore in continuo sviluppo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il