BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mac App Store, Facetime For Mac, Os X Lion, iLIfe 11 e MacBook Air: le novità evento ieri sera

Tutte le novità dell'ultimo evento Apple: dal nuovo sistema Lion agli ultimi MacBook Air



E’ stato il nuovo evento Apple tanto atteso da settimane, da quando il logo dell’evento, come il nome stesso, ‘Back to the Mac’ hanno iniziato a circolare in rete. Se il nome ha fatto sin da subito intuire che l’evento sarebbe stato dedicato a nuovi modelli Mac, per quanto riguarda il logo, dietro la famosa mela si intravedeva un leone, scelta sicuramente non a caso.

Lion, infatti, è il nome del nuovo Mac OS X 10.7, sistema operativo per Mac, successore di Snow Leopard ed è stato presentato insieme a tante altre novità ieri a Cupertino, alle 19 ora italiana. Vediamo ora quali sono state le novità più interessanti. Come accennato è stato il momento del lancio di Lion, nuovo sistema operativo che richiederà il Magic Mouse e il Magic Trackpad.

Quel che iOS porta in eredità a Lion è il concetto di App Store. Come ha spiegato Steve Jobs: “Abbiamo venduto 7 miliardi di applicazioni e questa funzione la porteremo su Mac: download rapido, installazione automatica, applicazioni gratis e a pagamento, updates automatici e programmi che possono essere usati su tutti i Mac personali”.

Lo store per applicazioni arriverà su Lion gratis e a pagamento con lo stesso meccanismo degli App Store: 30% ad Apple e 70% allo sviluppatore. Lion porta sul desktop anche Launchpad, una funzione di accesso immediato alle app: grazie ad essa basta cliccare l’icona Launchpad nel Dock e le finestre aperte svaniscono e vengono sostituite da una visualizzazione a pieno schermo di tutte le applicazioni che si possono trascinare in una nuova posizione o raggruppare in cartelle.

Altra nuova funzione è Mission Control, utile per dare una visione d’insieme di tutto quello che avviene nel Mac. Se un’unica schermata presenta una panoramica delle varie attività in corso, tra cui Exposé, Spaces, Dashboard e applicazioni, basterà un semplice gesto per essere in Mission Control.

Le finestre aperte si raggruppano per applicazione e le app a tutto schermo compaiono come miniature. Ma il nuovo sistema Lion è solo l’inizio di una serie di novità che casa Apple ha riservato al mondo intero. Spazio al lancio di iLife ’11. Secondo Jobs si tratta della migliore suite digitale nel mondo, che presenta numerosi cambiamenti.

Le principali si ritrovano in iPhoto che ha una modalità full screen, funzioni Facebook, ed è più facile mandare foto via email, nuova proiezione diapositive e un grande passo avanti nei libri fotografici, sia nell’aspetto che nella stampa e in iMovie. Quest’ultima, inoltre, permetterà di regolare i livelli audio e applicare effetti audio selezionati usando delle icone che simboleggiano l’effetto audio stesso. iMovie ’11 permette di trasformare le riprese video in trailer cinematorgrafici, divertenti da guardare e condividere.

Si possono scegliere tra 15 diversi generi, tra cui Avventura, Commedia romantica e Film storico, tutti completi di titoli, grafica e colonna sonora in sintonia con il tema scelto. Il nuovo iPhoto ‘11 spicca per una serie di effetti, tra cui il full screen. La funzione Facebook sembra interessante per chi usa intensivamente il social network e da sottolineare la funzione Giostra, per far ruotare i libri con anteprime. Il nuovo iLife  è già disponibile su Apple Store ad un prezzo di 49 euro.

La versione singolo utente si accompagna a quella Family Pack che cinque licenze ed è disponibile ad un prezzo di 79 euro e al il Mac Box Set che comprende iLife ’11, iWork e Mac OS X v10.6 Snow Leopard è disponibile a 129 euro. Il family pack del Mac Box Set costa 129 euro. Ieri è stato anche il momento della presentazione del FaceTime per Mac, il cui sistema sarà del tutto simile a quello che viene impiegato su iPod touch con registrazione via mail e uso dell’Apple ID. Protagonista indiscusso dell’evento di ieri è stato, però, il nuovo MacBook Air, presentato sul finale, dulcis in fundo.

Il nuovo MacBook Air sarà più leggero, spesso 1,7 centimetri pollici, e dotato di schermo da 1440X900 pixel da 13 pollici. Cuore del nuovo prodotto sarà un processore Core 2 duo da 1,86 GHz e la scheda grafica la conosciuta Nvida 320m. La durata della batteria è di 7 ore e in stand by arriva a 30 giorni.

Il MacBook Air 13 pollici a 1.86 GHz con 2GB di memoria e 128GB di memoria flash costerà 1.299 euro, con un modello da 256GB, invece, 1.599 euro. MacBook Air ha una tastiera di dimensioni regolari per garantire comfort durante la scrittura, ha un eccezionale trackpad Multi-Touch in vetro per cui i suoi utenti possono scorrere siti web, sfogliare le foto e ridimensionare o ruotare le immagini semplicemente usando il trackpad.

La videocamera FaceTime, il microfono e gli altoparlanti stereo integrati sono eccezionali per le videochiamate verso iPhone 4, iPod touch e altri Mac. Ma la versione da 13 pollici non è stata l’unica novità, perché a seguire Steve Jobs ha presentato anche la versione da 11,6 pollici con schermo da 1366x768 pixel con peso di poco più di un kg e un’autonomia garantita di 5 ore con gli stessi 30 giorni in stand-by. Il processore è da 1,4 GHz. Questo modello sarà venduto al prezzo di 999 euro con 64 GB di disco Flash, mentre la versione con disco da 128GB costerà 1.149 euro.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il