BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Agevolazioni, esenzioni e sconti fiscali tasse: quali saranno cancellati da riforma fiscale 2010-201

Sconti e agevolazioni fiscali previsti dalla nuova riforma fiscale. Cosa cambierà?



In vista della nuova riforma fiscale, il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, assicura che dovrà esserci una razionalizzazione a servizio dell'intera macchina fiscale, “nella convinzione che ognuno dovrà essere disposto a cedere qualcosa in funzione di un interesse generale”, ha poi precisato il ministro.

Esistono attualmente una serie di sconti fiscali di cui beneficiano persone fisiche, imprese o enti no profit, che si sommano aiquelle sui consumi e sui negozi giuridici come le compravendite. Ciò che cambierà è che la famiglia, il lavoro e la ricerca saranno le priorità della riforma.

Per quanto riguarda le famiglie, il ministro Tremonti pensa a ulteriori razionalizzazioni, come ad esempio il possibile accorpamento tra le detrazioni e le esenzioni fiscali riconosciute dal fisco e gli assegni familiari erogati dall'istituto di previdenza.

Per quanto riguarda le agevolazioni per le imprese, ci bisognerà rivedere il pacchetto di crediti d'imposta oggi esistenti, per recuperare le risorse da destinare ai settori ritenuti prioritari, come quello di ricerca e sviluppo. Quali saranno, dunque, le nuove agevolazioni ed esenzioni previste per la riduzione dei redditi prodotti? Quali le deduzioni e le detrazioni?

La vera partita della riforma si giocherà, dunque, sulla semplificazione delle 242 esenzioni e agevolazioni di cui oggi godono famiglie, imprese ed enti no profit. Si tratta di bonus che pesano sul fisco per 142 miliardi. La riforma toccherà, nel dettaglio, le famiglie, con l'introduzione del quoziente familiare, in modo che i capi famiglia paghino meno tasse rispetto ai single; punterà alla riduzione dell’Irap, soprattutto per le Pmi; alla compilazione di dichiarazioni più semplici attraverso modelli precompilati; ad introdurre nuove detassazioni sul lavoro; e novità a sostegno dell’ambiente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il