BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito 3%

Offerte e rendimenti di nuove proposte di conti



I tassi Euribor continuano a salire, la scelta di accendere un mutuo a tasso fisso o variabile continua a tenere banco, ma anche la scelta dei conti cui affidarsi è aspetto da considerare.

Attualmente spiccano offerte di conti correnti o conti di deposito, questi ultimi che non permettono di effettuare le più comuni operazioni di un conto corrente ma si presentano quasi come ‘scatole’ dove conservare la liquidità e, per questo, calcolano i tassi di interesse più competitivi rispetto alla media dei conti correnti.

Nella scelta dei conti correnti ci sono promozioni che permettono oggi di superare il 2% netto annuale, sempre considerando però che i tassi pubblicizzati sono relativi a periodi di tempo limitati e quindi prima di optare per uno o per un altro conto sarebbe meglio accertarsi del tasso a regime, quello che cioè scatta a promozione finita.

Nel mondo dei conti deposito (che non consentono tutte le operazioni bancarie comuni come versamenti, libretto assegni, ecc), emerge la tendenza generale è remunerare un tasso base netto dello 0,73%. Se, però, si vincola il capitale da 3 a 15 mesi, in base all'istituto, la remunerazione arriva fino al 2,04% del conto di Webank.

Per tasso il vincolo temporale è di 15 mesi a fronte di un tasso complessivo del 3,5% lordo su 15 mesi. Più scende il vincolo temporale più cala il tasso. Il tasso più alto considerato sui 12 mesi è quello offerto dal Time deposit di Barclays (1,825%), stesso tasso offerto da Websella.it, il conto internet di Banca Sella che prevede però una giacenza media di 1.000 euro.

A seguire troviamo anche l’opzione Chebanca! Che remunera l'1,64% annuo per chi investe almeno 100 euro e mantiene un deposito di 12 mesi, 1,27% in 6 mesi, 0,91% con vincolo trimestrale. Anche Conto Arancio di Ing direct arriva all'1,64% netto, ma si parte da investimenti di 100 mila euro.

Il tasso annuo netto scende all'1,31% per somme da 1 a 49.999 euro. disponibili anche le proposte degli istituti del Banco popolare, che offre un vincolo di 9 mesi e tasso netto dell'1,095%, e del conto Salvadanio Special di UniCredit, che remunera fino all'1,46% se la giacenza supera i 100mila euro (per iimporti da 25mila a 50mila il tasso netto è pari allo 0,73%). I conti correnti, in media, invece, prevedono tassi inferiori, e offrono promozioni che permettono per limitati periodi di tempo di battere il tasso offerto dalla Banca centrale europea e dei Buoni ordinari del Tesoro.

Tra questi spicca l’offerta  Barclays che ha da poco lanciato il conto 3%: offre il 2,19% netto per 12 mesi dal giorno di apertura del conto corrente. La promozione è valida per i conti aperti entro il 31 dicembre 2010 per giacenze fino a 5 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il