BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Windows 8 strategico e rischioso per Microsoft

Windows 8: la nuova scommessa di Microsoft



Mossa strategica o ennesimo rischio per la società di Redmond? Dopo il lancio di Windows Phone 7, il nuovo sistema operativo tanto atteso, e di Office 365, nuova soluzione cloud per le aziende, Steve Ballmer, Ceo di Microsoft ha affermato che è Wndows 8 la scommessa più pericolosa dell’azienda.

Conosciuta anche come Windows vNext, la prossima edizione del sistema operativo si preannuncia rivoluzionaria. Prevede novità per quanto riguarda il riconoscimento facciale, tecnologia sulla quale Microsoft vuole puntare molto, la riduzione dei tempi di avvio, nuovo possibile file system diverso da quello attualmente alla base dei sistemi operativi in commercio, un nuovo Windows Store, negozio di applicazioni Web per il sistema operativo di Microsoft, e tanto altro.

La mossa di Microsoft, spiegata dallo stesso Ballmer, sembra essere piuttosto comprensibile: se Windows 7 è nato per riportare un certo equilibrio dopo i deludenti risultati ottenuti da Vista, l’intenzione della società di Redmond di realizzare un rivoluzionario prodotto, come quello annunciato di Windows 8, potrà essere il fiore all’occhiello della società, consolidamento di quell’efficienza e utilità lavorativa che Windows Phone 7 è riuscita a riportare.

Secondo Ballmer, Microsoft rivoluzionerà i propri sistemi operativi mandando in pensione quelli a 32 Bit. Windows 8 sarà 64 Bit e offrirà, dietro pagamento, accesso a applicativi in the Cloud, sarà un Ibrido e potrà essere personalizzato da ogni utente con applicativi online e/o applicativi offline. Infine, offrirà “performance da urlo” grazie al nuovo filesystem e all’eliminazione di tantissimi applicativi dal sistema operativo.

Il nuovo sistema operativo sarà disponibile in versione Standard a 32 e 64 Bit. Le prime informazioni dicono che una possibile data per il rilascio è prevista per il 2012, ma non sono disponibili ulteriori informazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il