BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso Notai 2010 annullato: tracce a confronto. Decisione di Alfano in settimana

Annullata la terza prova d'esame del concorso notarile 2010. Cosa fare ora?



Annullata per gravi irregolarità la terza e ultima prova sostenuta dagli oltre 3000 partecipanti per 200 posti da notaio. Sembra che la prova, più o meno identica, sia stata proposta circa venti giorni prima in una prova simulata alla scuola dell'Ordine di Roma ‘Anselmo Anselmi’ e la ‘somiglianza’ ha fatto scoppiare il caos tra i banchi della Fiera di Roma. Ed ora la decisione su come proseguire tocca al ministro Alfano che si pronuncerà in settimana.

Da una parte ci sono i candidati che si sono scagliati contro la commissione, alcuni gridavano ‘Vergogna vergogna’, durante la prova, dopo avere scoperto l'anomalia. In base al regolamento, la Commissione esaminatrice avrebbe dovuto, infatti, costruire la mattina stessa della prova una traccia ex novo.

Dall'altra, le repliche dei 15 commissari “Quello che abbiamo subito è stata una manovra preordinata, rivolta in realtà non contro di noi componenti la Commissione esaminatrice, ma contro il Consiglio notarile”. Ma le irregolarità non finiscono qui perché secondo alcune testimonianze di partecipanti alla prova, a qualche candidato sono state trovati in tasca i compiti già eseguiti, su carta intestata del ministero.

Il caso è scoppiato, per la prima volta nell’ambito di un concorso notarile, perché quest’anno alla corsa per gli ambiti posti a numero chiuso vi sarebbero anche nomi 'illustri', tra figli di politici e parenti di personaggi noti del mondo dello spettacolo.

Anche loro, come gli altri, dovranno attendere ancora qualche giorno per sapere se l'annullamento interesserà solo la prova 'incriminata' o l'intero concorso. In questo caso, bisognerà rifare tutte e tre le prove. Ricordiamo che il concorso notarile è nazionale, è organizzato dal ministero della Giustizia e gestito da una commissione nominata con decreto ministeriale.

La commissione esaminatrice, presieduta da un presidente di sezione della Corte di Cassazione, è composta da sei magistrati, tre professori universitari e sei notai, si svolge a Roma e prevede tre prove scritte e una prova orale su otto materie. E’ possibile partecipare al concorso fino a un massimo di tre volte con un limite d'età per partecipare di 50 anni. Ai vincitori del concorso viene assegnata dal ministero la sede presso la quale il neo-notaio dovràavviare uno studio entro tre mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il