Trovare lavoro: aumentano le offerte con contratti interinali

Crescono i contratti di lavoro interinali: l'ultima tendenza



Circa 600 mila: questo il numero di persone che in un anno vengono assunte dalle Agenzie per il Lavoro (Apl) e che, tramite queste ultime, svolgono un’attività lavorativa temporanea presso un’azienda utilizzatrice.

Questa tipologia di lavoro, nata nel nostro paese nel 1997, è nota come lavoro interinale, chiara e semplice risposta alle esigenze di flessibilizzazione della forza lavoro delle aziende, che per particolari esigenze e condizioni normate dalle legge utilizzano per l’inserimento lavorativo temporaneo e lavoratori in somministrazione.

Questa tipologia di contratto lavorativo è cresciuto soprattutto con l’avvento della crisi e del suo ripercuotersi sull’economia reale e in particolare sull’occupazione. Negli ultimi mesi di questo anno 2010, si nota chiaramente come questa tipologia contrattuale mostri segnali positivi di ripresa delle dinamiche occupazionali: nel terzo trimestre 2010, gli avviamenti in somministrazione, in Lombardia per esempio, hanno avuto un incremento del 50% circa rispetto allo stesso periodo del 2009.

Una tipologia contrattuale che rappresenta, oggi, un termometro anticipatore delle dinamiche del mercato. I contratti interinali, del resto, rappresentano forme flessibili di ingresso o in alcuni casi di reinserimento nel mercato del lavoro. In diversi contesti e per molte persone, rappresentano l’occasione di imparare un mestiere, di mettere alla prova in un contesto aziendale competenze di base acquisite con percorsi di istruzione e formazione, mentre in altri casi offrono la possibilità di acquisire sul campo competenze maturabili direttamente con un’esperienza di lavoro.

A metà anno, il lavoro interinale segna un +4% sul 2009 e funziona da precursore delle tendenze, anticipando di circa un semestre le fluttuazioni della domanda di lavoro delle imprese. Cresce anche il numero medio mensile di occupati interinali: +20,5% sul luglio dell'anno precedente, cioè 252 mila lavoratori contro 209 mila.

L'attuale crescita dell'interinale arriva comunque dopo i due anni horribilis iniziati nel 2008, che hanno fortemente ridimensionato il business della somministrazione, dopo una crescita che, dalla sua nascita, non si era mai arrestata.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il