BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti online, telefono e cellulare: uno su due

Crescono i conti correnti online e via telefono: le operazioni più frequenti



Scegliere un conto corrente che soddisfi e si adatti alle proprie esigenze, richiede talvolta qualche osservazione in più, contatti in banca, offerte, promozioni, convenienze da valutare. Ma qualcosa di nuovo sta cambiano il mondo dei conti correnti. Si tratta della sempre crescente tendenza alla nascita di nuovi conti online.

E i risultati del settimo rapporto su ‘La multicanalità delle banche’ di Abi, un conto corrente su due opera anche via internet, cellulare e telefono, oltre 16 milioni sono i conti abilitati ad almeno uno dei canali alternativi allo sportello tradizionale (50%, +10,7% rispetto al 2008) e Internet sta diventando sempre più il canale preferito dalle famiglie italiane che online fanno bonifici e pagamenti, ricaricano le prepagate, comprano e vendono titoli ed altro.

I dati resi noti dal rapporto dicono che i conti correnti abilitati ad operare via internet sono 15,5 milioni, in aumento del 17,7% rispetto al 2008 e di questi, 4,2 milioni sono quasi esclusivamente online. Ogni conto effettua in media 1,4 accessi a settimana pari a circa 70 l’anno.

L’operazione più frequente che si registra è la consultazione dell’estratto conto (in media 2,4 volte a settimana), seguita dai bonifici, dai pagamenti online (32,7 milioni per 44,8 miliardi di euro), dalle ricariche del cellulare (26,8 milioni per 837 milioni di euro) e alle ricariche delle carte prepagate (4,9 milioni per 389 milioni di euro).

Crescono anche i conti correnti via telefono: sono 11,8 milioni, pari al 37% del totale dei conti correnti delle famiglie, con un aumento del 26,5% rispetto al 2008. In un anno, via telefono sono stati fatti 2,3 milioni di bonifici (per un valore complessivo di 2,6 miliardi di euro), 2 milioni di ricariche telefoniche (40 milioni di euro), 230 mila ricariche di carte prepagate (40 milioni di euro), 240 mila pagamenti (102 milioni di euro) e 800 mila operazioni in borsa (5,2 miliardi di euro).

Le operazioni più frequenti via cellulare sono le richieste di informazioni (circa 6 milioni, 130 mila delle quali relative ad operazioni di trading), le ricariche telefoniche (2,1 milioni) ed i bonifici (circa 190 mila). Aumentano anche, sempre secondo i dati del rapporto, i conti abilitati alla compravendita di titoli via internet.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il