BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iPad e pubblicità sui tablet pc: sarà boom.

Cresce il successo dell'iPad in Italia. Ma quanto vale la pubblicità?



I nuovi Tablet Pc promettono grandi cose e le loro potenzialità sono state colte al volo dagli inserzionisti che hanno deciso di puntare sulle nuove tavolette magiche per le loro pubblicità. IPad in testa.

L'Upa, l'unione delle imprese che investono in pubblicità, ha analizzato il mercato di iPad in Italia e d è arrivata alla seguente conclusione ‘oggetto totemico, capace di modificare l'approccio con la tecnologia e i contenuti. La pubblicità ha effetto moltiplicato’.

L’indagine si è focalizzata sui tablet in generale ma in realtà si è concentrata soprattutto su come il mercato italiano percepisce l’iPad. Ciò che emerge innanzitutto, dal punto di vista sociologico, sono le caratterizzazioni differenzianti che fanno dei Tablet un device che attiva pratiche di utilizzo e risposte emozionali inedite’.

Secondo l’Upa, “il touch accorcia le distanze tra soggetto e dispositivo generando un impulso spontaneo alla manipolazione e l’accento sul tatto attiva una modalità relazionale con lo strumento di tipo ludico, all’insegna della gratuità e della curiosità incentivate dalla velocità di risposta anche nell’accendersi e che invoglia ad usarlo continuamente e a più riprese. E c’è uno spostamento dell’attenzione sulla dimensione del fare (consentito dalla manipolazione touch) contro la dimensione unicamente visiva del web”.

Per questo l’iPad viene percepito come un ‘oggetto capace di generare fascinazione, un reincanto del mondo,  una porta di accesso magica a un’altra dimensione la cui presenza in casa diventa catalizzatrice dell’attenzione e del desiderio di tutta la famiglia’.

Interessante diventa, dunque, l’approccio ai contenuti editoriali dell’iPad: chi usa il tablet per leggere i giornali tende a mantenere sui tablet una metolodologia del tutto simile a quella del giornale tradizionale con lo sfoglio tipico della carta, ma la particolarità del media, la sovrapposizione tra reale e virtuale, rendono migliore l’effetto del messaggio pubblicitario.

Con l’iPad, anche i soggetti naturalmente meno interessati alla pubblicità vi sono attratti. Così la conclusione è, considerando le previsione rosse di crescita e sviluppo di questo nuovo device mobile, tra pubblicità su carta e pubblicità su web, il tablet diventa una terza forma da sfruttare nel rapporto tra lettore e inserzionista.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il