BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazione 55% cancellata o proroga nella Finanziaria Tremonti per ristrutturazione case?

Nessuna detrazione del 55% pe interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Salta la misura



La nuova Finanziaria del ministro Tremonti non prevede più la detrazione del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Il settore, negli ultimi anni, oltre a favorire il risparmio energetico, aveva creato un motore economico-ecologico notevole per l'economia del nostro Paese e il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, aveva tranquillizzato l'ambiente affermando che entro l'anno sarebbe stato presentato il nuovo piano per l'efficienza energetica con l'eventuale proroga delle detrazioni fiscali del 55% sulle spese per la riqualificazione degli immobili.

Il vice ministro all'economia, Giuseppe Vegas, ha affermato anche che “non trova spazio nella legge di stabilità la proroga al 2011 della detrazione irpef del 55% sulle spese per l'efficientamento energetico degli edifici”, ma ha aggiunto che l'eco-bonus fiscale del 55% sulle spese per le ristrutturazioni volte al risparmio energetico troverà spazio nel decreto cosiddetto milleproroghe.

Secondo le anticipazioni degli ultimi giorni, la misura avrebbe dovuto essere inserita nella legge di stabilità dal maximendamento del Governo, ma il vice ministro Vegas ha annunciato che non sarà così.

La causa della cancellazione dipende dalla ristrettezza delle risorse disponibili per il maxiemendamento: solo 5,5 miliardi invece dei 7 necessari secondo il ministro Tremonti. La detrazione del 55% dovrebbe dunque restare in vigore solo fino alla fine del 2010.

Insorge Federconsumatori che parla di una “scelta davvero inaccettabile e poco lungimirante” e chiede al governo “secondo quale logica, in piena crisi economica, e di fronte ai continui aumenti dei costi di alcuni prodotti energetici, si sceglie di tagliare i fondi destinati ad incentivare e far crescere, nel nostro Paese, la cultura del risparmio energetico?”.

Perplessità da parte del Consiglio nazionale degli architetti, mentre gli ambientalisti del Wwf non esitano ad usare la definizione di “abominio per l’ambiente e l’economia”. Dure le reazioni anche di Legambiente. “Le detrazioni del 55% per gli interventi di efficienza energetica in edilizia sono sicuramente il più lungimirante intervento di sviluppo sostenibile introdotto negli ultimi anni in Italia. Sarebbe un gravissimo errore cancellarlo e provocherebbe danni assai rilevanti per le imprese e le famiglie”, ha detto il presidente dell’associazione Vittorio Cogliati.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il