BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui giovani e per precari: i migliori da scegliere

I migliori mutui per giovani. Quale scegliere e come



Tanti esperti hanno definito la generazione del nostro tempo, ‘generazione 1000 euro’, quella dei giovani dalla formazione completa ed anche specializzata ma che non hanno molte possibilità di lavoro, in questi tempi di crisi ancora forte. In una situazione certamente non troppo favorevole, quali possibilità si hanno di ottenere un mutuo per acquistare un appartamento e qual è il prodotto migliore per un ragazzo che decide di comprare la sua prima casa.

Fra Nord e Sud della Penisola si notano diverse differenze prezzi, per cui prima di scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, sarebbe bene valutarne i diversi parametri di riferimento, tassi e durata. Alcuni esperti consigliano ai più giovani di orientarsi verso mutui di durata più lunga, tra i 30 e i 35 anni, che faranno crescere gli interessi pagati ma mantenendo bassa la rata.

Per quanto riguarda poi la scelta del tasso, sarebbe meglio accendere oggi un mutuo a tasso variabile per sfruttare il momento favorevole del mercato. Considerando come profilo tipo un lavoratore che guadagna circa 1000 euro al mese e desidera acquistare una casa in Calabria, tra i prodotti a tasso variabile, quello che meglio si adatta alle sue necessità è il mutuo variabile di CheBanca!.

Prevede un finanziamento da 80mila euro su un immobile che ne vale 100mila da restituire in 30 anni, con Taeg del 2,27% e una rata mensile da 304 euro circa. Altra possibilità da considerare è un mutuo con opzione swap, come  Mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing, che permette di iniziare con un tasso variabile e passare al fisso dopo un periodo iniziale.

Altra opzione, se non si ha da parte la liquidità per acquistare la casa, potrebbe essere quella di accendere un mutuo al 100%, nonostante i costi di assicurazione in questo caso si alzino.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il