Sony: Dopo tante denunce, Niente Più Rootkit nei CDs

Sony BMG ha annunciato che bloccherà in maniera preventiva la produzione di CDs che integrano la controversa tecnologia di protezione copyright, ampiamente criticata negli ultimi giorni.



Sony BMG ha annunciato che bloccherà in maniera preventiva la produzione di CDs che integrano la controversa tecnologia di protezione copyright, ampiamente criticata negli ultimi giorni. "As a precautionary measure, Sony BMG is temporarily suspending the manufacture of CDs containing XCP technology".

La decisione avviene in seguito agli sviluppi del caso "Sony DRM - Rootkit" che hanno evidenziato addirittura la scoperta di un primo virus che sfrutta il software per nascondersi nei sistemi attaccati e agire indisturbato. Il malware non desta per ora preoccupazioni ma introduce la tecnica, senz’altro pericolosa, di exploiting del rootkit dell'azienda.

Sony BMG ha reso disponile una patch (anche essa oggetto di critiche) per correggere il potenziale buco di sicurezza. "We also intend to re-examine all aspects of our content protection initiative to be sure that it continues to meet our goals of security and ease of consumer use".

La patch del colosso giapponese rimuove la componente di "cloaking" dal software DRM senza disabilitare la funzionalità di protezione copyright. Il software incriminato è integrato in molti CDs musicali prodotti da Sony e Bertelsmann AG. Sony aggiunge che il software DRM non si installa su Macintosh (sebbene questo sia da verificare) o sulle periferiche CD e DVD players.

Molte aziende anti-virus, a cui si sono aggiunte recentemente Sophos e ZoneLabs, hanno deciso di offrire il riconoscimento e la protezione contro la tecnologia rootkit di Sony.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il