BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imprese italiane innovative che andranno a Silicn Valley con Mind The Bridge

Le imprese italiane che faranno compagnia ai colossi della Silicon Valley. Progetti



Le imprese italiane sono pronte a sbarcare nella Silicon Valley per partecipare alla fase finale della business plan competition organizzata dalla Mind the Bridge Foundation. Marco Marinucci e Alberto Onetti, fondatore e chairman di Mind the Bridge, hanno annunciato che, dopo aver superato una selezione che ha visto in gara oltre 100 aziende, saranno le 8 startup che accederanno al Mind the Bridge GYM, che si terrà da gennaio a marzo 2011 in California.

Le 8 startup scelte avranno la possibilità di mostrare i propri progetti di business a potenziali partner e investitori della Silicon Valley, grazie al supporto costante di un Mentor che le seguirà durante tutto il periodo di permanenza.

Cinque delle finaliste riceveranno, inoltre, una sponsorizzazione per il loro viaggio in Silicon Valley e relative attività di incubazione presso il MTB GYM, due borse arriveranno da Fondazione Cariplo, due da TOP-IX e una da Genova High Tech. 

Le otto ‘fortunate’ saranno Fubles.com, di Milano, social network per lo sport sharing, che permette di iscriversi alle partite sportive organizzate nella propria zona con giocatori dello stesso livello, grazie a un sistema di valutazione a pagelle; sempre di Milano è Risparmiosuper, sito di comparazione prezzi di prodotti che si trovano nei supermercati della Grande Distribuzione Italiana che permette di scegliere così il supermercato più conveniente; la Minteos, di Torino, piattaforma per il monitoraggio ambientale con reti di sensori wireless, nata per prevenire i disastri ambientali e poi estesa al monitoraggio in campo industriale, energetico e agricolo.

E ancora Mopapp (Bologna), sistema di tracciamento e di analisi vendite per applicazioni mobile che permette di confrontare quanto queste vendano nei diversi store, nazioni, sistemi operativi o modelli di device; la Porcovino, di Cagliari, sito di social e-commerce che porta sul mercato globale i prodotti del wine&gourmet italiani di qualità di piccoli-medi produttori; la eRalos3, di Catania, azienda che propone cellule fotovoltaiche (PV) flessibili integrate ai capi di abbigliamento e capaci di soddisfare i bisogni energetici di piccoli dispositivi elettronici portatili, come cellulari o lettori Mp3.

Sesta azienda che sbarcherà a Silicon Valley è di Pisa e si chiama Smania, è specializzata nella ricerca, progettazione e sviluppo di interfacce neurali innovative che consentano una comunicazione bidirezionale tra il sistema nervoso periferico e dispositivi esterni come le protesi; e c’è poi Xapio (Salt Lake City, Utah-Genova) servizio cloud per la ricerca e l’acquisizione di informazioni autorizzate condivise da più utenti e su particolari temi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il