BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Guida su Internet: libro online gratis di Google

Arriva la nuova guida Google che insegna i segreti di Internet



Per spiegare tutti i segreti del web, Google presenta ‘20 Things I Learned About Browsers and the Web’, disponibile on line Google in occasione dei vent’anni della nascita del World Wide Web.

Si tratta di una guida all’esplorazione di Internet che comprende 19 capitoli di consigli, più uno di riepilogo, sui temi più importanti della rete e illustrazioni del disegnatore tedesco Christoph Niemann. Ricerche, social network, nuove soluzioni cloud: la guida affronta ogni argomento, servendosi di un linguaggio molto semplice e descrittivo.

Un capitolo intero è dedicato all’Html 5, il nuovo linguaggio di programmazione destinato a cambiare la maniera di usufruire di contenuti web attraverso un browser, trasformando di fatto i siti visitati in piccole applicazioni. Passando con il cursore del mouse sui bordi delle pagine, gli angoli si arricciano e con un clic si possono girare. 

Ogni pagina poi è condivisibile sui principali social network e cliccando sull’iconcina di una lampadina, in basso a destra, l’illuminazione della pagina cambia, evidenziando il contenuto scritto. Sottolineiamo che i contenuti del libro possono essere scaricati sul Pc dell’utente, per continuarne la lettura anche senza una connessione a Internet.

La parte centrale del volume è dedicata al tema della privacy on line. Il nuovo progetto di Google propone, dunque, una guida per permettere agli internauti di capire le tecnologie che si utilizzano ogni giorno. Proprio l'anno scorso da una ricerca realizzata dal gigante californiano emerse che solo l'8% degli intervistati sapeva rispondere correttamente alla domanda su cos'era un browser.

Illustrato dal celebre autore tedesco di storie per l'infanzia Christoph Niemann, il libro elettronico insegna, quindi, i fondamentali di internet, del malware, del cloud computing, dei browser, a partire dall'origine del protocollo TCP/IP fino agli odierni programmi e servizi cloud.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il