BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sanatoria badanti 2010-2011: migliaia le domande e richieste immigrati bocciate

Respinte molte domande di regolarizzazione colf e badanti: la situazioni



Sono state 27mila le domande di regolarizzazione presentate in occasione della sanatoria colf e badanti, concentrate soprattutto nelle città del Nord, eppure quasi il 10% delle richieste sono state rigettate. Si tratta di pratiche respinte a volte per irregolarità dei requisiti di reddito dei datori di lavoro e a volte per l'interpretazione restrittiva adottata in alcune città.

La sanatoria, approvata ad agosto 2009, è stata varata per mettere tutelare gli irregolari in Italia dal reato di clandestinità che stava per essere introdotto con il pacchetto sicurezza e ha permesso di presentare la domanda di emersione anche per immigrati già raggiunti in precedenza da un decreto di espulsione.

Le prime pratiche esaminate, perfezionate con il pagamento di 500 euro, sono state chiuse seguendo i criteri di legge. Solo dopo sei mesi (a marzo 2010) è arrivato il chiarimento del ministero dell'Interno che ha bloccato gli irregolari colpiti da precedente decreto di espulsione.

Ma la novità è stata applicata in maniera più rigida in alcune regioni, basti pensare che nella sola Lombardia sono state bloccate 8mila domande, e in maniera più blanda in altre.

La procedura di emersione, comunque, si avvia alla conclusione: oltre 65 province hanno terminato il lavoro, mentre le altre sono ancora alle prese con le convocazioni, i fascicoli da integrare e i contratti da firmare ma, considerando che nel 2011 le pratiche saranno smaltite, secondo le stime, in maniera più lenta, i contratti sono in scadenza il 31 dicembre rischiano di non essere convertiti in assunzioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il