BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni Auto al sud Italia: società disdicono contratti. I diritti dei clienti

Sale il numero di contratti polizze auto rescissi al Sud Italia. Cosa accade



Sale il numero di contratti polizze auto rescissi al Sud Italia, cosa decisamente non gradita all’Authority, che ha, infatti, aperto un’istruttoria su alcune società e diffuso una comunicazione che potrebbe essere utile a molti automobilisti. In questa comunicazione vengono, infatti, spiegati quali sono i diritti degli assicurati e quali i doveri delle compagnie.

Nella comunicazione, l’Authority prende le difese dei consumatori sostenendo che le disdette sotto accuse sono disposte su basi massive e in alcuni casi volte a colpire in modo generalizzato gli assicurati sulla base della sola residenza in alcune aree geografiche concentrate nel Sud del Paese.

L’autorità stabilisce, inoltre, che gli automobilisti che hanno ricevuto una disdetta da parte della loro compagnia se decidono di ri-assicurarsi con quella società hanno diritto ad ottenere sconti come clienti storici. Ciò significa che non sarà possibile classificare i ri-assicurati come nuovi clienti, che in molti casi pagano dei premi più cari proprio perché ultimi arrivati.

Ri-assicurarsi con i vecchi sconti non significa però che il prezzo ottenuto sia quello più basso proposto. Per questo Supermoney, il portale di confronto e comparazione assicurazioni auto e delle tariffe, ha cercato le soluzioni migliori disponibili per gli automobilisti del Sud.

Considerando che tra le regioni più colpite dal fenomeno delle disdette c’è anche la Puglia, il profilo tipo preso in esame è quello di un guidatore di Lecce, con classe di merito 2 e patente da 20 anni, che vuole assicurare la sua Citroen C3 1.4. L’offerta migliore è allora quella di ConTe.it, che propone un premio di 317 euro l’anno: in seconda posizione troviamo Quixa, che offre un premio di 500 euro; e al terzo posto c’è Rsa, che, invece, offre ai suoi clienti una polizza al costo di 525 euro l’anno.


I dati sono stati elaborati dal sito http://www.supermoney.eu che vi invitiamo a visitare

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il