BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Risarcimento Sap ad Oracle: quali conseguenze? Costi IT aumenteranno?

Cosa cambia nel mercato IT dopo la sentenza che condanna Sap



Sap dovrà pagare un risarcimento da 1,3 miliardi di dollari che a Oracle per furto di dati e software e finirà per assestare un colpo a tutti gli utenti di applicazioni perchè minerà il crescente mercato del supporto terze parti.

“Se questa sentenza verrà confermata (SAP farà ricorso) metterà in dubbio il futuro della manutenzione offerta da terze parti e renderà più alti i costi legati alla vita del software”, ha spiegato David Bradshaw, IDC research manager.

SAP è stata ‘condannata’ a pagare una multa senza precedenti da un tribunale americano dopo che una giuria ha stabilito i danni a seguito dell’ammissione da parte dello stesso vendor tedesco che la sua sussidiaria TomorrowNow, specializzata in servizi di manutenzione, aveva rubato del software e documenti di supporto. TomorrowNow, ora dismessa, si occupava della fornitura di manutenzione per sistemi che non rientravano nel supporto standard dei vendor.

Secondo Bradshaw, la sentenza rischia di avere conseguenze negative sul business si altre aziende nel mercato della manutenzione di terze parti. La decisione, infatti, rafforza la capacità dei software vendor di far pagare prezzi elevati per il supporto dei sistemi esclusi dalla manutenzione standard, ma ridurrà la scelta per gli acquirenti”.

Secondo Bradshaw, chi comprerà, dunque, supporto da diversi fornitori sarà obbligato a pagare tariffe che considerino o meno un buon valore i prezzi proposti e lo spazio di trattativa per loro sarà ridotto. Ciò significa che le organizzazioni IT dovranno ripensare i sistemi che eseguono e supportare i propri acquisti. “Gli utenti dei servizi di manutenzione terze parti devono preparare piani di contingenza.

Se non si vogliono pagare le tariffe elevate dei vendor originali ci si deve chiedere se si possono gestire le applicazioni senza manutenzione oppure abbandonare e migrare dai sistemi legacy che sono costosi da mantenere”, ha concluso Bradshaw.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il