Mutui a tasso variabile: differenze con i fissi. I migliori Chebanca, Webank, Ing direct e Poste

Scegliere tasso fisso o variabile. Le migliori proposte



Chi decide di acquistare casa si trova sempre alle prese con la tipologia di mutuo da scegliere e il dilemma è sempre lo stesso: optare per il tasso fisso o variabile. Tra variabile e fisso, il distacco è attualmente di circa 200 punti base. Ciò significa che per quanto le rate vuol dire che, stipulando un tasso variabile a 20 anni, nell'ipotesi più favorevole si paga oggi una rata di 760 euro contro i 902 di un piano a tasso fisso.

Scendendo nel dettaglio dei prodotti proposti in banca, il miglior varabile, è oggi offerto, da Chebanca! che applica un Taeg (Tasso annuo effettivo globale) del 2,12%. Seguono Cariparma-Crédit Agricole (2,16%), Webank (2,17%) e Ing direct (2,19%). Buona anche la proposta di Banco Posta (2,47%). Il Taeg (Tasso effettivo annuo globale) più basso in questo momento sul fronte dei mutui a tasso fisso lo detiene però un istituto di credito’"tradizionale’.

Si tratta Mutuo last minute di Banco Popolare con tasso di interesse finito del 4,02% (nei primi due anni, per i prodotti stipulati entro fine novembre viene calcolato il 2,95%). A seguire troviamo Chebanca! (4,16%), Bnl (4,3%) e Webank (4,33%).

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il