BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Hp: il software triplicherà di fatturato. In primis Business Intelligence

Nuove strategie Hp. I piani



Per Hp il software rappresenta ancora una voce piuttosto piccola nel grande flusso di denaro generato da HP. Nell’anno fiscale 2010, chiusosi lo scorso 31 ottobre, il software ha in effetti contato solo per il 3% sui ricavi complessivi di 126 miliardi di dollari realizzati da HP.

Ma ora sembra si voglia cambiar rotta. Il nuovo CEO, Leo Apotheker, mira, infatti, a triplicare il volume d’affari generato dal software, investendo sia internamente che in acquisizioni. E gli analisti scommettono che sia la business intelligence nel mirino della società.

Anche James Kobielus, analista di Forrester Research, come Apotheker, è convinto che “E’ assai probabile che HP acquisisca un grande brand nel mercato della business intelligence, un pure-player per la precisione”. Del resto, Apotheker vanta già una certa esperienza nelle acquisizioni in area BI, avendo in SAP vissuto l’acquisto da 6,8 miliardi di dollari di Business Objects nel 2007.

Una delle possibilità che potrebbe diventare reale è, secondo Forrester, MicroStrategy, una società globale, che offre buoni prodotti. Ma MicroStrategy è anche molto focalizzata su alcune funzionalità core della business intelligence, come il reporting, che stanno diventando sempre più commodity.

Ciò significa che HP potrebbe anche investire in altre aree della business intelligence come la data integration, il data mining o l’analisi predittiva, e qui i nomi più papabili potrebbero essere Informatica, KXEN o Angoss. Secondo China Martens, analista di 451 Group, HP potrebbe anche  guardare con interesse a qualche player attivo sul versante delle applicazioni SaaS, “Per esempio RightNow o Salesforce.com”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il