BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Wikileaks e lista bersagli da proteggere dagli Usa: aziende italiane comprese e spiate

Nuove rivelazioni Wikileaks: Al Qaeda voleva uccidere Bush



Nuove rivelazioni WikiLeaks, che ha pubblicato una lista segreta di siti sensibili in tutto il mondo e la cui rivelazione, secondo il Dipartimento di Stato, potrebbe avere un ‘impatto critico sulla sicurezza statunitense’.

L'elenco comprenderebbe aziende produttrici di cavi sottomarini, comunicazioni, porti, aziende estrattive di risorse minerarie e di importanza strategica in diversi Paesi, dall'Austria alla Nuova Zelanda.

La sua pubblicazione è stata condannata dalla Gran Bretagna: “Queste fughe di notizie e la loro diffusione sono dannose per la sicurezza nazionale negli stati uniti, in Gran Bretagna e altrove. E' essenziale che i governi possano funzionare sulla base della riservatezza delle informazioni”, ha detto un portavoce di Downing Street.

Nel dispaccio, si invitano i diplomatici a non consultare i governi ospitanti rispetto alla richiesta. Il dispaccio rivela una vasta gamma di siti e aziende considerate vitali per gli interessi e la sicurezza, dalle grandi infrastrutture come il canale di Panama e gli oleodotti, ad aziende sanitarie ad una società italiana che produce una sostanza da utilizzare per il morsi dei serpenti.

Per quanto riguarda l'Italia, sono, infatti, esplicitamente citati come siti sensibili la sede di Parma della Glaxo Smith Kline, la nota multinazionale farmaceutica, che si occupa dello sviluppo di nuovi prodotti in forma sterile e della produzione di vaccini e di liquidi e liofilizzati sterili a livello mondiale, e del Digibind, farmaco che si utilizza per curare i morsi di serpente; e il gasdotto Trans-Med, uno degli impianti principali che porta idrocarburi in Italia direttamente dai paesi produttori.

Nel mirino anche fornitori danesi e tedeschi per il vaccino contro il vaiolo e la rabbia, dighe e progetti idrogeologici in Canada, che alimentano gli Usa, aziende per la difesa, miniere di cromite in India. Ma le novità non finiscono qui, perché Wikileak ora tende a colpire anche le banche.

Altre rivelazioni di Wikileaks parlerebbero della volontà di Al Qaeda di uccidere il presidente america George W. Bush durante le Olimpiadi di Pechino del 2008. Sembra, infatti, che un agente cinese avvertì Washington che il numero due di Al Qaeda, al-Zawahiri, nel luglio 2008, aveva ordinato ad un gruppo di terroristi dell'Est Turkestan di compiere attentati in Cina durante le Olimpiadi.

Altri potenziali bersagli erano il presidente e il segretario di Stato Usa, il premier e il ministro degli esteri Gb, le cerimonie di apertura e chiusura, i turisti vip e il presidente afgano. Continua, nel frattempo, la caccia ad Assange, ricercato dalla polizia svedese stupro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il