BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblica amministrazione precari in Sicilia: tempo indeterminato si decide oggi

I precari della Pa in Sicilia. La situazione



Approda oggi pomeriggio nell'aula dell'assemblea regionale il nuovo salva-precari degli enti locali siciliani. La novità consiste in un disegno di legge che invece di prevedere la sola proroga dei contratti, si pone di arrivare a una vera e propria stabilizzazione.

In ballo ci sono 22.500 lavoratori con contratti atipici nei comuni della Sicialia in genere oggetto di proroghe che si prolungano da decenni. Il loro ingresso a pieno titolo negli organici è diventato oggetto di particolare attenzione del presidente Raffaele Lombardo, che sostiene che la stabilizzazione “non costa un euro in più ma offre una certezza a chi già da anni lavora nei comuni e permette l'erogazione dei servizi”.

La svolta sui precari non è piaciuta al presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello, perché “mentre si ritiene urgente solo la stabilizzazione, la regione continua a frenare sugli interventi per lo sviluppo come la legge sulla semplificazione”.

C’è anche da sottolineare che i sindaci della Sicilia devono affrontare anche il blocco del turn over, previsto dalla manovra correttiva, che permette di sostituire solo una persona ogni cinque uscite e blocca qualsiasi tipologia di contratti quando la spesa per il personale supera il 40% della spesa corrente. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il