BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni professionisti come giovani ingegneri o giovani: le previsioni

Quanto varranno le pensioni deigiovani professionisti? Stime



Cambia il sistema previdenziale italiano e andare in pensione non è più ormai così semplice e ‘redditizio’ come un tempo. C’è chi, per assicurarsi un’anzianità tranquilla, ricorre a fondi pensioni e sistemi complementari per incrementare una futura pensione, c’è chi, invece, osserva e valuta ciò che maggiormente conviene fare per poter ottenere alla fine di una lunga carriera lavorativa ciò che, in realtà, dovrebbe spettare per vivere dignitosamente.

In crisi per le pensioni anche i professionisti, il cui scenario non si prospetta certo roseo. Secondo alcune stime attuali, la metà dei due milioni dei professionisti italiani quando andranno in pensione guadagneranno la metà o addirittura un quarto del proprio ultimo reddito, biologi, psicologi e agrari riceveranno il 25% del loro reddito attuale, giovani avvocati o ingegneri spetterà circa il 50% di un reddito medio che oggi si aggira tra i 1.200 e i 1.600 euro al mese.

Vita non facile, dunque, per i professionisti. Per andare loro incontro, è stata avanzata la proposta di legge Lo Presti, già stata approvata all'unanimità alla Camera. Il progetto prevede la possibilità di inserire nel calcolo previdenziale una parte del contributo integrativo versato dai professionisti, che potrebbero anche versare un po' di più di contributo soggettivo per avere in cambio una quota di integrativo sul monte previdenziale.

Si tratta di un piccolo provvedimento, non gravoso  e che potrebbe far salire le pensioni dei più giovani. Si pensa, inoltre, anche a sgravi fiscali, detrazioni e agevolazioni.

Gli ordini e le casse previdenziali, dunque, si stanno muovendo sia sul fronte legislativo sia su quello della contribuzione per riuscire a incrementare gli introiti. Ma si tratta di provvedimenti, per quanto utili, che non riusciranno a risolvere un problema che è di natura più strutturale e, soprattutto, non in tempi brevi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il