Mutui casa per giovani under 35: aiuto con Fondi del Governo e mutui su misura

Nuovi fondi e migliori mutui per i giovani



I giovani e le giovani coppie che richiedono oggi un mutuo non sempre percorrono una strada semplice e breve. Non solo le condizioni economiche attuali dei ragazzi, soprattutto precari e con contratti atipici, non permettono una tranquilla accensione del mutuo, ma le banche richiedono documenti, garanzie e tutele di ogni genere prima di pronunciare il fatidico si per la concessione del mutuo per acquisto di una prima casa.

Proprio per andare incontro ai più giovani, è nata la nuova iniziativa, proposta dal Ministro della Gioventù Giorgia Meloni, che prevede un piano di finanziamenti e agevolazioni per i giovani.

Si chiama Diritto al futuro ed è un pacchetto di misure da 216 milioni di euro di fondi (300 milioni con il cofinanziamento tra pubblico e privato) e che spazia dalla tassazione agevolata alle imprese fino ai contratti di lavoro a tempo indeterminato, ai prestiti per lo studio e quelli per l’acquisto della casa. I vincoli per accedere al fondo di garanzia sono molto stretti e i 50 milioni stanziati per questo settore potrebbero non bastare per tutti.

Diritto al Futuro prima di erogare i soldi richiede condizioni particolari: innanzitutto la casa da acquistare deve essere prima abitazione, non di lusso o signorile, non più grande di 90 metri quadrati, e il mutuo non deve superare i 200 mila euro. Inoltre, il tasso del mutuo deve essere uguale all’Euribor o all’Irs con 120 o 150 punti base in più (dipende dalla durata del finanziamento). Possono richiedere il finanziamento agevolato solo le coppie sposate in cui entrambi i coniugi hanno meno di 35 anni o le famiglie monogenitoriali con figli minorenni.

Il reddito della coppia non deve superare i 35mila euro annui e, di questi, almeno la metà devono arrivare da un contratto di lavoro non a tempo indeterminato. Secondo il Ministero, i fondi permetteranno l’accensione del mutuo a 10 mila famiglie e il pacchetto dovrebbe essere attivo a partire dal prossimo gennaio. Chi non rientra nei casi previsti dal fondo e ha superato i 35 anni dovrà scegliere fra le migliori offerte presenti oggi sul mercato.

A questo proposito Supermoney, il portale di confronto mutui e tariff, prendendo come riferimento il caso di una coppia di trentenni con un reddito netto di tremila euro al mese, che vuole comprare una casa da 250 mila euro con un mutuo da 200 mila euro, da rimborsare in 25 anni, ha proposto il mutuo variabile di CheBanca!, che prevede una rata da 845 euro e un taeg del 2.02% (750 euro di spese). A seguire, il  Mutuo Arancio di Ing Direct, con un taeg del 2,04% e una rata di 850 euro senza spese, e, infine, la proposta di Mutuo acquisto di IwBank, con un taeg del 2,53% senza spese e che prevede una rata da 897 euro.

I dati sono stati elaborati dal sito http://www.supermoney.eu che vi invitiamo a visitare

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il