BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Computer google prova

Caratteristiche, novità e problemi del Cr-48 firmato Google



Sviluppato per il web, dotato di tastiera con tasti dedicati espressamente alla ricerca e alla navigazione online, dotato di ampio touchpad e pronto, secondo le prime indiscrezioni, ad arrivare nel primo semestre del prossimo anno. Si tratta del nuovo notebook con Chrome OS. I nuovi notebook firmati da BigG, ricordiamo, saranno inizialmente distribuiti da Samsung e Acer.

In attesa dell’arrivo dei nuovi dispositivi, Google ha dato il via ad un programma pilota per testare il funzionamento del sistema operativo, inviando un prototipo del Cr-48 Chrome Notebook a chiunque ne faccia richiesta. BigG, per, vuole in cambio feedback dettagliati.

Caratterizzato da un design essenziale, un’uscita video VGA sul lato sinistro e uno slot per SD card, connettore per l’alimentatore, presa per jack da 3,5 mm e una porta USB sul lato destro, il Cr-48 si distingue dai suoi colleghi notebook per la tastiera.

Innanzitutto sparisce il tasto Caps Lock e compare il tasto Search; via anche la classica fila di tasti funzione, alla destra del tasto Esc, compaiono tre pulsanti principali di un browser (Back, Forward e Refresh), mentre premendo il tasto Ctrl, è possibile riprodurre tutte le shortcuts per Chrome. Le prime impressioni utenti parlano di un ottimo schermo da 12,1 pollici con trattamento antiriflesso e risoluzione pari a 1280×800 pixel.

Per accendere il pc basta premere il classico pulsante di accensione per visualizzare la schermata di login e inserire poi i parametri dell’account Google. Bastano poi 15 secondi per accedere al sistema operativo Chrome OS che supporta contenuti Flash in modo nativo.

La riproduzione video su YouTube è fruibile solo a risoluzione standard, ma Adobe cerca già il modo per risolvere il problema; i vecchi programmi saranno sostituiti dalle app, a pagamento o gratuite, presenti nello store di Google, dove gli utenti avranno la possibilità non solo di trovare nuove applicazioni, ma anche collegamenti a specifiche sezioni di portali, come quello del quotidiano New York Times, in cui sono presenti contenuti a pagamento.

I primi tester del CR-48 hanno riferito di alcuni problemi nell'accesso alle memorie SD e alle periferiche di memorizzazione esterne collegate traite interfaccia USB. Questi problemi sono stati risolti utilizzando un file manager tipico di Linux.

Ricordiamo, inoltre, che per collegarsi ad Internet, Google CR-48 sfrutta la connessione Wi-Fi o il modem 3G, compatibile per ora solo con l'operatore americano Verizon. Per verificare le potenzialità di questo dispositivo, Google distribuirà agli utenti interessanti, secondo quanto reso noto, gratuitamente addirittura 60.000 esemplari del CR-48.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il