BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da Business Online gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica.

OK

Cerca

Cerca tra i nostri articoli

OK


Decreto flussi 2011: regole, domande, date e scadenze, requisiti e numeri posti disponibili

In arrivo il nuovo decreto flussi. Cosa prevede


In arrivo il nuovo decreto flussi del governo che nel 2011 riaprirà le porte d’Italia a migliaia di extracomunitari. Si parla di ottantamila possibilità di ‘ingresso’, di cui 3 0mila per colf e badanti e 50 mila per i lavoratori delle nazionalità privilegiate. Il decreto flussi  fissa ogni anno le quote di extracomunitari che possono entrare per motivi di lavoro subordinato o autonomo e si rivolge a chi si trova all'estero e vuole venire nel nostro Paese a lavorare.

Il decreto rappresenta ormai da tempo l’unica possibilità per uscire dalla clandestinità e mettersi in regola. Ma l'iter però non è semplice: bisogna innanzitutto presentare domanda d'assunzione, si esce clandestini dall’Italia e si rientra regolari.

Neo della situazione: rispetto ai pochi posti disponibili, le domande sono sempre troppe, basti pensare che nel 2007 su 170mila quote, le richieste d'assunzione presentate sono state oltre 740 mila. Il nuovo decreto flussi sarà datato 2010, scritto e approvato entro fine dicembre, e dovrebbe entrare in vigore agli inizi del nuovo anno.

I posti si limiteranno a 80 mila lavoratori subordinati o autonomi, divisi in 30 mila posti per colf e badanti, 50 mila per i lavoratori provenienti da quei Paesi che hanno sottoscritto accordi di cooperazione con l'Italia e si prevede, inoltre, che saranno convertiti in permessi per lavoro subordinato 5/6mila permessi di soggiorno per studio. Anche quest'anno la procedura avverrà esclusivamente on line e il click day dovrebbe essere a febbraio 2011.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 14/12/2010 alle ore 08:03