BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Andare in pensione nel 2011: anzianità sale a 96 e 97. Vecchie finestre requisiti maturati 2010

Nuove quote e requisiti per andare in pensione. Cosa cambia



Dal prossimo gennaio 2010 bisognerà raggiungere quota 96 per i dipendenti, 97 per gli autonomi per andare in pensione. Condizione che non vale, però, non per chi matura i requisiti dell’anzianità entro il 2010. Dal primo gennaio 2011, infatti, chi non ha 40 anni di anzianità, dovrà raggiungere la nuova quota 96 e 97 per i lavoratori autonomi invece che quota 95 e 96.

Ciò vuol dire che il dipendente che non raggiunge i 59 anni di età e i 36 di contributi o 60 anni e 35 di contributi entro dicembre, dovrà aspettare di raggiungere il livello 96, sommando all'anzianità contributiva l'età, che non potrà comunque essere inferiore a 60 anni e ottenere, dunque, il pensionamento anticipato combinando 35 anni contributi e 61 di età, che diventano 35 e 62 gli autonomi o 36 di anzianità e 60 di età che diventano 36 e 61 per gli autonomi.

Chi matura i requisiti dal 2011 dovrà considerare anche il nuovo meccanismo della finestra mobile o a scorrimento, che fa slittare il pensionamento di un anno per i lavoratori dipendenti e di un anno e mezzo per gli autonomi. Anche il nuovo meccanismo delle finestre non riguarda tutti e in particolar modo chi matura i requisiti entro il 2010.

Ne sono esclusi anche i dipendenti che hanno raggiunto quota 95 (età minima 59 anni) entro il 30 giugno scorso, i dipendenti con 40 anni di contributi al 30 settembre 2010, e, infine, la categoria dei dipendenti con 65 anni di età (60 le donne), sempre entro il 2010.

La prima finestra entrerà in vigore a partire già dal prossimo gennaio e riguarderà il pensionamento dei dipendenti che hanno raggiunto i 60 anni di età 35 di contributi o 59 anni e 36 di contributi entro lo scorso 30 giugno o di coloro che hanno raggiunto 40 anni di lavoro, indipendentemente dall'età, entro il 30 settembre. La finestra di gennaio riguarda anche chi richiede la pensione di vecchiaia per aver raggiunto i 65 anni di età e 60 anni le donne.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il