BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse 2011 più alte: cosa cambia

Cresce ancora la pressione fiscale in Italia. La situazione



Nel 2010 gli italiani sono stati i più grandi evasori fiscali d’Europa, secondo i risultati di un’indagine effettuata per conto di Contribuenti.it, e come andrà nel 2011? La ricerca di Krls ha fotografato uno scenario futuro non certo incoraggiante per tutti gli italiani che, invece, tasse e imposte le hanno sempre pagate, le pagano e hanno intenzione di continuare a farlo.

Secondo le previsioni, infatti, nel 2011 in Italia la pressione fiscale, già considerata una delle più alte del Vecchio Continente, crescerà ancora, sia a livello locale che a livello statale. Si stima che per le tasse locali l’aumento dovrebbe essere pari al 7,2%, cioè passare da 111,8 a 119,9 miliardi di euro, mentre quelle statali registreranno un +3,6%.

Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it ha spiegato che “Le ragioni di questa crescita sono da ricercarsi principalmente nella assenza di un Garante per la sorveglianza dei tributi. Bisogna istituire al livello regionale presso Lo Sportello del Contribuente la figura di Mister Fisco e la sua attività dovrà indirizzarsi verso tre filoni principali d'azione: la sorveglianza della tassazione degli enti locali, sia attraverso le segnalazioni dei cittadini sia attraverso una più stretta collaborazione con la Guardia di Finanza; il coordinamento e ed il confronto con le altre istituzioni locali e nazionali nel contrasto all'evasione fiscale; il monitoraggio della tax compliance favorendo il dialogo tra le associazioni dei contribuenti, le amministrazioni finanziarie e gli agenti della riscossione”.

Nelle previsioni, la città dove le tasse locali dovrebbero essere più alte è Napoli (2.612,20 euro pro capite a testa, con il considerevole peso della tariffa sui rifiuti), seguita da Milano (2.505,00 euro a contribuente), Aosta (2.426,20 euro), Bologna (2.470,10 euro) e Roma (2.469,80), mentre la città più economica invece, è Campobasso, con soli 890,40 euro di imposte locali pro capite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il