OpenOffice a pagamento versione 3.3: le novità e funzioni

La nuova versione di Open Office. Cosa cambia e cosa prevede



Oracle è pronta a rilasciare la nuova versione 3.3. di Open Office e per l'occasione la suite di produttività open source sbarca tra le nuvole del cloud computing con nuovi strumenti di collaborazione per il settore enterprise.

Questi nuovi strumenti saranno però a pagamento. La nuova versione diOpenOffice, accanto alle tradizionali caratteristiche tecniche come supporto ODF, standard aperti e proprietari di Microsoft Office, includerà ora anche la possibilità di connettere la postazione di lavoro alle infrastrutture di comunicazione aziendale, sia proprie di Oracle (E-Business Suite, Oracle Business Intelligence) che di Microsoft (Sharepoint).

Oracle Open Office 3.3 si integra, dunque, con le applicazioni Oracle, Oracle Business Intelligence, Oracle E-Business Suite e Microsoft SharePoint. Gli sviluppatori hanno anche migliorato stabilità, compatibilità e prestazioni. Altra novità importante che sarà svelata è stata battezzata Cloud Office 1.0, nuova interfaccia di produttività centralizzata accessibile attraverso il web, anche da smartphone e sistemi mobile.

Cloud Office Oracle offrirà ad utenti e organizzazioni aziendali un sistema integrato che dovrebbe garantire un’ampia possibilità di scelta per le diverse esigenze di produttività.  Il nuovo prodotto di Oracle sarà disponibile per le aziende in due versioni,  Standard ed Enterprise.

La prima costa 39 euro, offre una licenza fino a 99 utenti ed è compatibile con una sola piattaforma, mentre la versione Enterprise è dedicata ad aziende con oltre 100 utenti, supporta Windows, Mac, Linux, Solaris x86 e SPARC ed ha un prezzo di 71 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il