BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni giovani a rischio per Banca d'Italia

Allarme pensioni per i giovani: lo studio di Bankitalia



Allarme pensioni per i giovani: molti lavoratori in futuro si troveranno esposti a un forte rischio previdenziale, cioè alla possibilità che, raggiunta l'età del pensionamento, possano non avere risorse sufficienti a mantenere un tenore di vita adeguato.

Questo è quanto emerge da uno studio dei ricercatori Giuseppe Cappelletti e Giovanni Guazzarotti della Banca d'Italia, che sottolinea come esista una fascia consistente della popolazione per la quale la ricchezza previdenziale potrebbe risultare inadeguata.

Lo studio di Bankitalia sottolinea come la diminuzione del tasso di sostituzione tra retribuzione e pensione previsto nei prossimi anni e l'ancora scarsa adesione alla previdenza integrativa porterà i lavoratori in futuro ad essere esposti a un forte rischio previdenziale.

Secondo lo studio, circa il 15% dei lavoratori occupati presenta tassi di sostituzione inferiori al 60% (della retribuzione) e tassi di risparmio sotto il primo quintile della distribuzione. Nelle stime della Ragioneria dello Stato citate dallo studio, infatti, un lavoratore del settore privato che nel 2010 avrebbe ottenuto una pensione pari a circa il 70% della propria retribuzione (al lordo dell'imposizione fiscale e contributiva) nel 2040 vedrà ridotta la percentuale al 52% a parità di anni di contribuzione.

Se il calcolo viene fatto al netto dell'imposizione fiscale e contributiva il tasso di sostituzione scenderà nei prossimi trent'anni dall'80% al 63%. Tra il 2002 e il 2008 si è ridotta, inoltre, la percentuale di coloro che si aspettano di andare in pensione tra i 56 e i 60 anni (dal 41% al 34%) mentre è aumentata quella che si pensa di andare in pensione tra i 61 e i 65 anni (dal 44% al 51%). Tra il 2002 e il 2008 l'età di pensionamento attesa dai lavoratori è cresciuta di circa un anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il