BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Server e risparmio energetico: Ibm premiata per 2 datacenter

Ibm premiata dalla Commissione Europea per l'efficienza energetica.



La Commissione Europea ha premiatoi livelli di efficienza energetica di due data center IBM, situati in Germani, quelli di Schwalbach e Oberursel la cui efficienza nella gestione energetica è stata risultato del consolidamento e della virtualizzazione dei server e dell'uso intelligente dell'energia elettrica.

A sostenere l’efficienza di questi due grandi consumatori di energia ha anche contribuito l’adozione di un innovativo concetto di raffreddamento dell’ambiente, nel quale il sistema di condizionamento si combina a una corretta gestione dei flussi d’aria. Ciò su cui, infatti, maggiormente si è concentrata l'attenzione di IBM è stato il raffreddamento delle macchine ed un maggiore controllo dei periodi di inattività dei server.

Per realizzare quest’ultimo punto, il colosso americano ha installato a Schwalbach e Oberursel sistemi per lo spegnimento in remoto dei server inattivi. Per raggiungere una più elevata efficienza nel raffreddamento dell'ambiente, invece, è stato si è ricorso alla filosofia Free Cooling che si combina con una corretta gestione dei flussi d'aria, per cui le zone di aria calda e fredda sono distinte e controllate mediante la sigillatura di tratti di condotti di cavi aperti, quindi il potenziale risparmio energetico può arrivare al 30% solo per il costo del raffreddamento.

Le zone di aria calda e fredda in questi due data center tedeschi sono, inoltre, regolate da una tecnologia sviluppata direttamente dai centri di ricerca IBM: si tratta della Mobile Measurement Technology (MMT), che registra e pianifica la distribuzione tridimensionale della temperatura all’interno dei data center.

Attraverso MMT, i dati vengono raccolti attraverso migliaia di sensori e presentati graficamente in 3D, poi il software esegue l'interpolazione delle condizioni di temperatura all'interno dei data center, rilevando i punti caldi, freddi e i flussi d'aria. Grazie all’accesso online basato sul web, i data center possono essere monitorati da qualsiasi sede remota.

A testimonianza di quanto questa tecnologia MMT sia effettivamente proficua, Stefan Riedel, director of outsourcing di IBM Germany, spiega che “La tecnologia MMT fornisce elementi di conoscenza sui flussi energetici e garantisce un risparmio netto di energia, oltre a un elevato grado di sicurezza e di affidabilità, perché i punti deboli vengono segnalati immediatamente, evitando così i tempi di fermo macchina”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il