BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito o bot e btp nel 2011: interessi in rialzo per titoli di stato

La situazione altalenante dei mercati. La situazione



Il 2011 ormai quasi alla fine continua a porre dubbi e incertezze circa gli investimenti del prossimo 2011. Quali preferire e come scegliere il migliore? La situazione è piuttosto complessa, la questione dei debiti ha destabilizzato l’Europa e i segnali non sono certo promettenti.

Gli esperti consigliano di prestare molta attenzione alla scelta che si vuole effettuare. Per rendere conveniente l’investimento dei propri risparmi in titoli di Stato, depositi online e pronti contro termine bisognerà tenere sott’occhio l’andamento dei tassi.

Secondo le previsioni e le indicazioni fornite dai futures, il tasso interbancario (Euribor) che, dalla scorsa primavera ha iniziato a risalire, dovrebbe continuare a salire; l'Euribor a 3 mesi, cui sono legati la maggior parte di mutui e prestiti, è salito dallo 0,63% di aprile a più dell’1% e si pensa possa superare la soglia del 3% nei prossimi tre-quattro anni e quella del 2% nel 2012.

Giuseppe Attanà, presidente di Assiom Forex (Associazione degli operatori del mercato dei capitali), questa crescita potrebbe accelerare se i governi non penseranno a iniziative serie per uscire dall'attuale instabilità, causata dalla crisi dei debiti sovrani dell'Eurozona.

In tal caso, l'impennata avverrà, anche a fronte di tassi ufficiali Euro ed Usa previsti stabili, fino al secondo semestre 2011”. Altalenante anche l'Eurirs che ai primi di aprile era al 2,94% oggi è al 3,42%. Gli effetti dei rialzi si notano prima di tutto sul valore del Bot annuale, che ha superato la soglia plorda del 2% (netto 1,46%), tornando ai livelli del 2008.

Lento l’andamento dei titoli di stato italiani ed europei, con il futures sul Bund che registra scambi molto scarsi. “Non c'è chiarezza su cosa i leader dell'Unione europea faranno per gestire la crisi”, ha detto l'economista di Investec
Philip Shaw. “Questa incertezza insieme alla minaccia di downgrade di vari paesi periferici ha portato all'allargamento di altri spread e a un euro più debole”. Il Bot avanza e insidia i depositi online.

Per quanto riguarda le offerte attuali, ottenendo l'1,83%, se si bloccano somme superiori a 5.000 euro, per sei mesi, si possono ottenere rendimenti sul conto deposito Rendimax, o, per importi inferiori, vincolandoli per un anno sul deposito di CheBanca!, Santander Deposit (da un euro) e Websella (a partire da 1.000 euro). Sulla scadenza annuale, per somme superiori a 5.000 euro, da Rendimax, si può arrivare al 2% netto, mentre CheBanca! e Websella  sul vincolo semestrale offrono un rendimento netto dell'1,46%, battendo il Bot a sei mesi, che rende l'1,30% netto.
euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il