BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Investire in Titoli di Stato Portogallo, Irlanda e Atene: rendimenti e rischio alti. Consigli

I migliori titoli in cui investire. Quale scegliere



Le emissioni di Lisbona, Dublino, Atene rendono tra il 5 e l’8% in più rispetto ai bund tedeschi. Ma la situazione resta incerta a causa dell’andamento altalenante dei mercati e della situazione dei debiti pubblici.

Alcuni esperti ritengono che l’anno alle porte sarà difficile per chi sceglie di investire una parte del patrimonio nel comparto obbligazionario. I rischi maggiori, a livello di andamento dei prezzi di mercato, sembrano essere legati soprattutto ai titoli con migliore grado di affidabilità.

Nonostante il livello della loro redditività sia salito nelle ultime settimane, si mantiene su valori abbastanza contenuti mentre sono ancora medio alti (con spread tra il 5 e l’8% rispetto ai bund) i rendimenti di molti titoli governativi o societari il cui rating è sensibilmente inferiore.

La scelta più strategica potrebbe essere quella di affidare il proprio patrimonio da investire ad una diversificazione del portafoglio, soprattutto per capitali elevati. I migliori titoli su cui puntare, comunque, sono quelli Bei (Banca europea per gli investimenti), dei governi finlandese, tedesco o francese, ad emissioni con rating molto basso.

Bene anche gli obbligazioni di banche italiane ed estere e i titoli del Tesoro italiano. Occhi puntati anche sui titoli denominati in valuta diversa dalla moneta unica: in generale sembra siano le emissioni in dollari americani a monopolizzare l'attenzione degli investitori, sia perché molti debitori collocano titoli in questa valuta, sia perché nei prossimi dodici mesi si prevede che il rapporto di cambio tra euro e dollaro possa propendere per quest’ultimo. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il