LinkedIn: come usare al meglio il social network

Creare, modificare e rendere originale il proprio profilo. Come fare



Dopo Twitter e Facebok, anche LinkedIn, ultimo nato nel mondo dei social network, pensato principalmente per la rete professionale, che a gennaio 2009 contava circa 30 milioni di utenti che, a maggio del 2010, sono più che raddoppiati arrivando ad oltre 68 milioni, inizia a diffondersi in maniera capillare, dagli Stati uniti all’America.

Obiettivo del sito è consentire agli utenti registrati il mantenimento di una lista di persone conosciute e ritenute affidabili in ambito lavorativo. Le persone nella lista sono definite ‘connessioni’ e rappresentano effettivamente le connessioni di un nodo (l'utente) all'interno della rete sociale.

L'utente può incrementare il numero delle sue connessioni invitando chi di suo gradimento. Esistono dei modi per per personalizzare al meglio i profili sul social network, distinguendoli dalla massa e partendo dall’eliminazione dei termini più diffusi.

Il social network ha, infatti, appena rilasciato la classifica delle parole più usate sui profili degli utenti, termini che spesso sono però ambigui o non significano nulla. Per rendere, dunque, il proprio profilo professionale ‘doverso’ e capace di attirare la curiosità di chi ne prende visione, sarebbe bene, per esempio, cercare di non usare i termini più usati per il momento sui profili italiani e che sono motivato, dinamico, innovativo, propenso al lavoro in team, orientato ai risultati, e con spiccate capacità di problem solving. Si tratta dei termini che si vedono più frequentemente.

Il segreto di un buon profilo è usare parole semplici per dire agli altri chi siete e cosa state facendo. E’ bene, dunque, sapere per quale motivo ci si iscrive su LinkedIn prima di creare il proprio profilo. E’ bene poi inserire frasi significative che si riferiscono in maniera specifica ai grandi risultati che avete raggiunto durante la vostra carriera, considerando sempre che ad un potenziale datore di lavoro o collaboratore interessa molto quel che avete fatto.

LinkedIn propone, inoltre, diverse Apps e labs tra cui scegliere per accrescere la visibilità del proprio profilo. Una di quelle che bisogna avere è la app SlideShare Presentations, che permette di caricare video personali. Il social offre, dunque, ora la possibilità di registrare un filmato di voi stessi della durata di un minuto, un minuto e mezzo, inserire una rapida introduzione su chi siete, cosa fate, come potete aiutare gli altri e il modo migliore tramite cui gli altri possono entrare in contatto con voi, Skype o e-mail.

Per caricare il video su LinkedIn, basta visitare la pagina Upload sull’app SlideShare. Una volta che il video sarà caricato, gli utenti saranno indirizzati ad una pagina video dove potranno condividere il video su LinkedIn, Twitter e altri social network.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il