BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto flussi 2011: pochi permessi di soggiorno per le badanti

Solo 30 mila i posti disponibili per le badanti previsti dal nuovo decreto flussi. Come averlo



Saranno riservati solo 30 mila posti sugli 80mila disponibili per le badanti. Questo è quanto previsto dal nuovo decreto flussi 2011 approvato e la denuncia arriva dall’Adoc, l’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori. La stessa Associazione spiega che i posti devono essere garantiti a tutte le badanti che lavorano nel nostro Paese e non solo a chi arriva prima.

Due anni fa, ultimo anno in cui è stato varato un decreto flussi, i posti a disposizione finirono in mezz’ora. Quest’anno, la procedura per entrare da regolari e lavorare in Italia si potrà effettuare solo online e non più recandosi in Questura, quindi sarà una guerra all’ultimo click per tutti i lavoratori extracomunitari che vogliono regolarizzarsi.

Le stime dell’Associazione parlano di circa 1 milione di colf e badanti irregolari che lavorano nel nostro Paese, ma se lavorano stabilmente, secondo Carlo Pileri presidente Adoc, è giusto che sia data loro la possibilità di mettersi in regola e non solo a quel 3% che riesce ad arrivare per primo.

Chi avesse attivato la regolarizzazione delle proprie badanti o colf con la sanatoria precedente, potrà d’ora in poi monitorare online lo stato di avanzamento della propria pratica di assunzione sul sito della Questura,mentre chi ha intenzione di assumere una badante o una collaboratrice domestica, dovrà informarsi circa il nuovo rapporto di lavoro che risulta oggi disciplinato da un contratto collettivo nazionale (cosiddetto CCNL).

Secondo il CCNL badanti, una collaboratrice domestica o una badante non costa poco. Paga oraria e stipendio variano in base al tipo di mansione ma anche all’esperienza e una badante con meno di 12 mesi di esperienza costa meno di una colf con più anzianità di servizio.

La paga oraria minima per il 2010 varia da 4.16 euro a 5.52 euro a seconda che si tatti di una colf con poca esperienza (meno di 12 mesi), di una baby-sitter, di un dog-sitter o di un assistente a persona autosufficiente. In questa paga rientrano anche i giardinieri, gli addetti alla pulizia, gli operai comuni, gli stallieri, i camerieri e i custodi di abitazioni private.

Lo stipendio mensile per la categoria badanti, baby-sitter, camerieri varia invece da un minimo di 572.71 euro ad un massimo di 780.97 euro per una settimana lavorativa di 54 ore. Lo stipendio per una colf part-time (30 ore settimanali) è, invece, di circa 520 euro al mese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il