BusinessOnline - Il portale per i decision maker








IBM, in nuovi spot tv azienda risolve problemi di ogni giorno

IBM, la più grande società di computer al mondo, dà un volto ai servizi che offre in una campagna pubblicitaria negli Usa, che mostra come la tecnologia possa aiutare medici, legislatori e studentesse



IBM, la più grande società di computer al mondo, dà un volto ai servizi che offre in una campagna pubblicitaria negli Usa, che mostra come la tecnologia possa aiutare medici, legislatori e studentesse.

Sei nuovi spot in televisione mostrano un 'help desk' dove gli addetti risolvono problemi della vita di tutti i giorni invece di far ripartire o collegare in rete computer, richiamando lo sforzo della società di concentrarsi su un ruolo di consulenza e servizi invece che di pura tecnologia.

'Abbiamo voluto mostrare che non parliamo soltanto di tecnologia.... ma di cose che riguardano il mondo e la società nel suo complesso, non soltanto gli affari', ha detto Deirdre Bigley, vice-presidente dell'IBM responsabile della pubblicità in tutto il mondo.

'Ogni pubblicità riguarda la soluzione di un problema o qualcosa su cui IBM sta lavorando assieme ad un cliente', ha detto a Reuters.

La campagna sarà lanciata domani, con spot durante i playoffs della National Football League e in programmi popolari come '24' di Fox tv.

In uno di essi, un gruppo di dottori del pronto soccorso corre all''help desk' -- un vecchio banco di metallo in mezzo ad una sala bianca -- per recuperare il fascicolo medico di un paziente che ha avuto un incidente di macchina.

In un altro, una ragazzina cinese chiede di entrare a far parte di una classe virtuale, perché il suo paese è troppo lontano dalla scuola più vicina.

Gli spot sono stati creati dall'agenzia WPP Ogilvy & Mather e possono essere visti sul sito web www.ibm.com/helpdesk.

La pubblicità di Ibm segue l'evoluzione della società da produttrice di computer a fornitrice di servizi e software ad alto profitto.

In dicembre IBM ha acconsentito a vendere la sua divisione di personal computer alla cinese Lenovo Group, ritirandosi da un'industria che ha contribuito a creare nel 1981.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il